The X-Files: 10.03 Mulder & Scully meet the were-monster

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura previsto: 7 minuti.

Con questa episodio possiamo dire solo una cosa: The X-Files is back.
E possiamo aggiungerne solo un’altra: Grazie Darin Morgan.
L’episodio 10.03 intitolato Mulder & Scully meet the were-monster è un episodio che può piacere o no, ma è in puro stile monster of the week targato anni Novanta. Force eccessivo, ma alla fine è un classico.

Ci fa risentire il profumo della serie che abbiamo amato per tutti questi anni, non solo perché si può anche considerare un easter egg (dove riferimenti a fatti, cose e persone sono non puramente casuali – ndr) della durata di 43 minuti, ma perché possiamo definirlo come l’episodio in cui i due personaggi ritrovano il loro vero flow.

tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro8_250tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro1_250
tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro4_250tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro2_250
tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro6_250tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro3_250
tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro9_250tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro7_250

La trama sembra semplice: omicidi causati da una lucertola umana. What else? Sembrerebbe tutto normale per un episodio spensierato e stand-alone che fin dai primi istanti ci ricorda Bad Blood per i ritmi e lo scetticismo di Scully, e Detour essenzialmente per l’ambientazione e le dinamiche tra i due (due delle mie puntate preferite tra l’altro – ndr).

tumblr_o1wohmpvCr1qcyuhro1_r1_250tumblr_o1wohmpvCr1qcyuhro4_r1_250

Però in questa puntata Darin riesce a sfatare il mito del “mostro” tradizionale e a trasformare Mulder in uno scettico di prima categoria – o almeno riesce a farlo finché non capisce di avere tra le mani qualcosa di concreto.

Mulder in preda ad una crisi di mezza età diventa lo scettico della situazione e abbandona tutte quelle che lui stesso definisce “credenze infantili” dimostrandosi pronto a crescere – soprattutto dopo aver compreso che la soluzione di vecchi x-files sembrerebbe ritrovarsi in fake colossali.

“Visto un omicidio, visti tutti” insomma, ma ben presto il caso si rivela come uno dei più classici X-File e quasi motivato dall’uso spasmodico ed imbarazzante che Mulder fa dei nuovi e potenti mezzi di comunicazione torna a fare le sue teorie senza senso – cosa che fa esplodere le nostre ovaie, e soprattutto quelle di Scully. (E lei non ha avuto l’occasione di rivederlo con uno speedo rosso addosso – ndr).

tumblr_o1wpfuIA1w1qe2kfzo6_250tumblr_o1wpfuIA1w1qe2kfzo1_250
tumblr_o1wpfuIA1w1qe2kfzo5_250tumblr_o1wpfuIA1w1qe2kfzo3_250

La cosa che rende godibile questo episodio è il fatto che Darin Morgan riesca a dare al caso una svolta inaspettata: la creatura risulta non essere il colpevole – e risulta non essere la classica “creatura mostruosa” – ma è di fatto la vittima di turno. È un mostro che è del tutto umano pur negandolo è pur non volendolo essere. Non è un Chupacabra o Were-wolf qualsiasi.

È infatti l’uomo-lucertola, interpretato da un impeccabile Rhys Darby, che viene trasformato in umano da un morso, che gli fa perdere la sua unicità di “creatura” e gli permette di iniziare a vivere quella che è la più terribile e classica vita da umano.

tumblr_o1wqb1lAPi1rn3zbbo1_500
tumblr_o1wqb1lAPi1rn3zbbo2_500
tumblr_o1wqb1lAPi1rn3zbbo3_500
tumblr_o1wqb1lAPi1rn3zbbo4_500
tumblr_o1wqb1lAPi1rn3zbbo5_500
tumblr_o1wqb1lAPi1rn3zbbo7_r1_500

Comprendiamo le sue paure e la sua voglia di tornare ad essere “soltanto lucertola” durante il racconto della sua trasformazione a Mulder, che cerca di non credere a quello che ha di fronte, quando finalmente dopo 23 anni ce l’ha proprio davanti agli occhi: la prova dell’esistenza di qualcosa di “non umano” ed è pronto a testimoniarlo con il suo smartphone. Ovviamente, fin da subito, è impossibile non empatizzare con l’uomo-lucertola dandogli ragione specialmente quando si dimostra affettuoso verso Daggoo (che entro la fine dell’episodio diventa il nuovo Queequegndr) e quando millanta di essersi fatto Scully – perché chi non vorrebbe??-. Per tutto il tempo del racconto – che forse va troppo per le lunghe – speriamo che si riveli a Mulder per concedergli quell’unca gioia nella vita, che si merita.

N.B Mentre Mulder è intento a trovare spiegazioni con l’uomo lucertola, il caso viene risolto da Scully affidandosi alla sua unica e più fedele arma a disposizione: la scienza.

tumblr_o1xiin3JGd1smehy0o1_400tumblr_o1xiin3JGd1smehy0o4_400

Lo ammetto: sono una fan di Darin Morgan, da sempre. A giorni alterni penso alla Conversation On The Rock e ho sempre un po’ sognato di avere una gamba di legno.

Mi immaginavo, quindi, che questo episodio mi sarebbe piaciuto, ma non pensavo così tanto. Perché Darin Morgan ci regala un po’ quello che ci stavamo aspettando, un episodio che ricordasse The X-Files nei suoi toni più ironici, ma allo stesso tempo sentimentali, non solo perché ci ha piazzato millanta riferimenti tra matite lanciate contro cose, Red Speedo, Queequeg, Scully immortale e Kim Manners. Tutto si incastra alla perfezione.

Ok, forse alcune scene sono decisamente OOC (Out of contest – aka non c’entrano niente – ndr) e sono così trash e kitsch che il reggiseno leopardato e imbottito di Scully a confronto è una passeggiata, ma alla fine non dovrebbero schifarci (anche perché ora ci vien più facile immaginarci Mulder e Scully che fanno cose – ndr).

Persino Mulder che ha come suoneria Mark Snow ci fa storcere un sorriso anche se a me personalmente ha fatto esclamare WTF? Perché?

tumblr_o1wj7fTMMU1up6muto2_r1_250tumblr_o1wj7fTMMU1up6muto1_250
tumblr_o1wjy0nDSq1qeklrro2_500

Nel clima spensierato e nell’umorismo generale ritroviamo delle riflessioni che vanno al di là del semplice motw ed è il motivo per cui amiamo questo show così tanto. Lo psichiatra che vuole prescrivere a Mulder dei farmaci un po’ random, nel puro spirito del “chi è più pazzo il pazzo o il pazzo che lo segue?” – richiamando non troppo velatamente Hollywood AD – è li a ricordarci la natura di Mulder e il fatto che fortunatamente non cambierà mai, e noi – o forse solo io e Scully – saremo sempre li a seguirlo. E io personlamente l’ho apprezzato tantissimo.

Alla fine Mulder ha la sua prova, ma come sempre e l’unico a saperlo/vederlo/provarlo/testarlo.

tumblr_o1wil5ye9x1qeklrro1_400tumblr_o1wil5ye9x1qeklrro2_400
tumblr_o1wil5ye9x1qeklrro4_400tumblr_o1wil5ye9x1qeklrro7_400

Potrei aver perso il filo del commento ma prima della fine non posso non fare una parentesi shipper. Questi due si amano. Ok che è troppo cliché forse per Chris Carter approvare la cosa, però lei dorme in una sua maglietta. A lei piace il suo Mulder quando talk about shit e lui non riesce a non fissarla per qualche secondo di troppo quando improvvisamente la vede di notte.

tumblr_o1wgeht24G1sp5781o2_250tumblr_o1wgeht24G1sp5781o3_250
tumblr_o1wgeht24G1sp5781o4_250tumblr_o1wgeht24G1sp5781o1_250
tumblr_o1wh1qTWYW1u2p6qio2_r2_500

In questo episodio abbiamo sentiamo quelle parole che ci fanno piangere ancora prima che la frase si concluda:  “Mulder, It’s me”. Ogni gesto, sguardo e tocco involontario che questi due si rivolgono illumina la scena. Penso che si sforzino pochissimo per farlo. Ed è una cosa bellissima.

Grazie Darin per esserti preoccupato per noi. Tu volevi che lei indossasse una maglietta dei Knicks solo per far piangere ulteriormente il nostro cuoricino. Ma va bene lo stesso. Sappiamo che è quel senza cuore di Chris Carter ad averti boicottato.

tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro10_250tumblr_o1wpk3Rdij1qzr0lro5_250

L’unica critica generale che voglio smuovere è alla FOX: potevate anche evitare di spoilerarci 10 minuti di puntata con tutti gli sneak peaks rilasciati. Si può fare promozione anche senza rivelare le scene migliori di una puntata.

Just Saying.

tumblr_o1xh6j677I1te244ko3_500

 

Irrimediabilmente nerd. Nasco Binge-Watcher e muoio Browncoat. Credo nell'esistenza del Bigfoot e in tutto ciò che trasuda trash. HEY STELLLLLAAAA!

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi