SDCC: Nerdgasm assicurato con Con Man

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Il 10 aprile di quest’anno i BFF Alan Tudyk (Firefly, Dollhouse, V, Suburgatory) e Nathan Fillion (Buffy, Firefly, Desperate Housewives, Dr.Horrible, Castle) – non che ci fosse bisogno di sottolinearvi la loro filmografia – insieme al loro amico di sempre Pj Haarsma  decidono di lanciare questa campagna su Indiegogo per la creazione di una web series chiamata Con Man e dalla storia molto meta.

Sì, perché per chi non lo sapesse Nathan e Alan sono BFF almeno dal lontano 2002 quando hanno lasciato i loro e – soprattutto – i nostri cuori in una serie tv creata da Joss Whedon chiamata Firefly dove rispettivamente erano il capitano Malcolm “Mal” Reynolds e il pilota Hoban “Wash” Washburne della nave da trasporto Serenity. Ma non sono qua per esprimermi il mio amore verso questa serie tv – anche perché potremmo parlarne per ore – né per piangere ed insultare ancora oggi la Fox per la sua prematura cancellazione – come ogni Browncoat che si rispetti fa ogni giorno.

La web serie scritta da Tudyk parla esattamente di un attore (Wray Nerely) che interpreta il pilota di una nave spaziale di una serie tv sci-fi (Spectrum) cancellata prematuramente dal Networkma che in breve tempo diventa un cult tra i fan del genere – e qui stiamo tutti urlando tutti Bring Back Firefly. La nave spaziale è capitanata dal migliore amico dell’attore (Jack Moore) impersonato da Nathan Fillion, che dopo la cancellazione dello show però diventa un attore di serie A e viene listato per cose importanti diversamente da Wray che inizia la vita delle convention – sì, esattamente quelle a cui tutti noi fangirl e fanboy selvaggi vorremmo partecipare.

Tudyk decide, quindi, di descriverci e raccontarci tutte le cose surreali che gli sono realmente successe durante queste convention e vi lascio proprio il promo rilasciato in anteprima durante il panel per farvi capire di cosa stiamo parlando.

Non è essenzialmente necessario, pertanto, essere Browncoats (fandom di Firefly – ndr.) per capire che il progetto ideato, scritto e diretto da Alan Tudyk sia uno dei più epici di sempre. Non solo per la quantità e qualità di attori che hanno fatto – e fanno – parte di produzioni che vanno dall’ultra sci-fi al mega geek e che hanno deciso di prendervi parte, ma proprio per la loro natura di nerdoni patentati.

tumblr_nrccbtthzc1qgd7huo1_540

Presenti al panel oltre ai creatori della serie vi erano Mindy Sterling, Tricia Helfer, Felicia Day, Casper Van Dien, Nolan North, Alision Haislip, Michael Trucco, Sky Haarsma, Seth Green e Wil Wheaton. E se sai chi sono queste persone, il panel è solo un esplosione di emozioni – cosa che la lacrimuccia che ti scende sul viso è automatica.

Non che ci siano state grandi anticipazioni sulla trama di quello che sarà Con Man ma è stato bello vedere come questo gruppo di persone abbia volontariamente preso parte alla produzione proprio con l’intento di far parte di un qualcosa che avrebbe fatto la storia. Sì. perché Tudyk e Fillion in poco più di due settimane sono riusciti a raccogliere quasi 3.2 milioni di dollari supportati da 46 mila fan che non vedono l’ora di rivedere i due attori insieme. E sono a mani basse numeri da record.

Il panel si è svolto seguendo la linea delle risposte alle domande poste da Chris Hardwick che l’ha moderato, seguito da una sessione di Q&A, e tra gli highlights degni di nota vanno sottolineati:

  • Alan Tudyk che entra con il “costume” di Wash (Firefly) per poi toglierselo e mostrare quello di Wray.
    635721570369986301-GettyImages-480248674-master
  • Alan Tudyk che ringrazia i fan (e tutti gli attori presenti che sottolineano il suo “Genio” per la creazione di Con Man) e sottolinea come il crowfunding gli abbia permesso di gestire la produzione senza tagli di nessun genere.
  • Venire a conoscenza che l’idea di Con Man sia nata mentre erano a casa Fillion, per la precisione in cucina.
  • Trucco interpreta un poliziotto che ha a che fare con Fillion – senza Beckett questo giro (Castle – ndr).
  • Con Man dura in tutto 120 minuti ed è stato creato per una visione di 4 ore o per 12 visioni da 10 minuti l’una.
  • Il papa di Spencer Hastings (Pretty Little Liars – ndr) in realtà è un nerdone patentato e conosce il duo Fillion-Tudyk da anni in quanto doppiatore svariati videogame (Uncharted su tutti).
  • Milo Ventimiglia e Sean Austin sono presenti in Con Man.
  • Felicia Day che autodichiara “My middle name is webseries” è stata tra le prime a leggere lo script di Con Man in quanto Tudyk voleva un parere di una che ne sapeva. Una volta letto la sensazione che ha avuto è stata la stessa di quando ha avuto tra le mani il copione di Dr. Horrible e non voleva lasciarsi sfuggire l’opportunità.
  • La nascita dell’hashtag #imaginathan
  • Fillion che risponde in modo ironico punzecchiando Bones ad una domanda del Q & A: “Who’s someone you wanted to work with and did? Fillion: “Joss Whedon. You know I auditioned for Buffy (as Angel). Didn’t get it…. Bones, or as I like to call it, The Other Castle.””
  • La proposta di matrimonio davanti a 7000 persone in conclusione del panel tra l’artista degli effetti visivi Barry Bishop di Con Man e Billy Brooks suo partner

 

 

 

 

Irrimediabilmente nerd. Nasco Binge-Watcher e muoio Browncoat. Credo nell'esistenza del Bigfoot e in tutto ciò che trasuda trash. HEY STELLLLLAAAA!

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi