Penny Dreadful: a che punto eravamo con la caccia al Diavolo?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura: 6 minuti

A partire dal primo maggio, questa primavera inizierà a tingersi di grigio, nero e rosso. Ovviamente non sto parlando di Cinquanta Sfumature ma di Penny Dreadful, serie super-dark che la Showtime si ostina a far iniziare ogni anno in primavera-estate, provocandomi non pochi problemi: infatti non è semplice passare dalle belle giornate di sole coi ciliegi in fiore ad una serie che conta, tra le altre cose, bloody balls da far impallidire Carrie; il Diavolo che fa il ventriloquo usando bambole inquietanti; e non-morte bastarde che spezzano il cuore a scienziati drogati ma tenerelli.

Tuttavia non dimentichiamoci che anche Penny Dreadful ha un suo lato “primaverile” e spensierato, nonostante non sia certo noto per questo: non scorderò mai Vanessa Ives dare consigli a Victor Frankenstein in fatto di donne.

Comunque, nella seconda stagione di Penny Dreadful molte cose sono accadute, altre sono state scoperte e i personaggi sono stati ulteriormente approfonditi con nuovi intrecci, relazioni e, ovviamente, flashback: per questo, prima di iniziare la terza serie, un bel ripassone non ci può certo far male (e poi vedere gif di quella gran sgnacchera che è Eva Green può essere solo un aspetto positivo).

 

Anche in questa stagione, si possono distinguere due gruppi distinti di personaggi: il primo, che porta avanti la trama principale (quella contro il Demonio, anche se a quanto pare ce ne sono due… ma su questo ritorniamo dopo), è formato da Miss Vanessa Ives, Sir Malcolm Murray, Ethan Chandler e Victor Frankenstein. Quest’ultimo fa da collegamento al secondo gruppo, formato invece da John Clare – il mostro/creatura – Lily, la ex Brona Croft, e Dorian Gray. I due gruppi seguono due storylines differenti, anche se si incrociano sempre più spesso.

Se la prima stagione aveva visto come villains i vampiri, l’anno scorso invece a dare la caccia a Miss Ives (tutti la vogliono, tutti la cercano) sono state le streghe, guidate da Madame Kali/Mrs. Poole e da sua figlia Hecate.

Witches

Scopo delle streghe è stato quello di attirare Vanessa nel loro covo e offrirla al Diavolo in persona, l’angelo caduto Lucifero, in modo che lei potesse offrirsi a lui e dare inizio all’Apocalisse (detto in soldoni). Per avvicinarla ulteriormente ed abbattere le difese di Miss Ives, Mrs. Poole ha flirtato (e non solo) con Sir Malcolm, che però non si è lasciato incantare troppo a lungo, nonostante un incantesimo della strega: il ricordo della moglie (che in questa stagione si uccide, su influenza della stessa Mrs. Poole) e dei figli Peter e Mina, infatti, hanno spezzato l’incanto di Madame Kali… anche se il senso di colpa per la loro morte, a fine stagione, lo ha portato sull’orlo della pazzia. Insomma, Penny Dreadful dimostra che i ricordi sono una lama a doppio taglio, e questo ormai lo sanno tutti i personaggi principali della serie.

mrs murray

PennyDreadful_208_1281.R

Intanto, però, il gruppo (al quale si è unito l’egittologo imparruccato Ferdinand Lyle, prima come spia di Madame Kali e poi come “sincero” supporto) non se ne sta con le mani in mano e, ordinando alcuni antichi reperti sui quali è stata scritta in Verbis Diablo una sorta di biografia del Diavolo, scopre che a perseguitare Miss Ives sono ben due esponenti del Male: Lucifero (servito dalle streghe) che, alla fine della guerra contro Dio, è stato catapultato negli Inferi ed è ora destinato a nutrirsi delle anime dei morti; e suo fratello (servito dai vampiri), che invece è stato esiliato sulla Terra a cibarsi del sangue dei viventi. Tra prima e seconda stagione, quindi, Miss Ives si è già ritrovata ad affrontare indirettamente entrambi. Secondo lo scritto, però, Vanessa può contare anche su un prezioso alleato: il cosiddetto Lupus Dei, che altri non è se non il licantropo Ethan Chandler.

ethan1

Dalla prima stagione sappiamo che, prima o poi, tra i due sarebbe sbocciato l’ammmmmore (infatti hanno trascorso alcuni giorni idilliaci: non troppi, però, altrimenti c’è troppa felicità). Ma, sconfitta Mrs. Poole, Ethan decide di costituirsi presso Scotland Yard a causa dei massacri da lui commessi sotto forma di lupo mannaro e, di conseguenza, l’ispettore Bartholomew Rusk lo costringe a ritornare nel New Mexico per la sentenza.

Nel frattempo, pure Victor Frankenstein combina un bel macello: in sintesi, si innamora e viene fregato.

“My whole life, I’ve thought I was… bound to live with exceptionality. I was not like my brothers. I was resolutely this… disjointed thing, this freakish thing. So I came to celebrate what uniqueness I had. And now? I wear a flower! I find, lo and behold… I’m just like everyone else”.

Costretto dalla sua creatura, John Clare (che ora lavora in un Museo delle Cere, che però non frequenterà mai più causa ennesima famiglia di svitati stronzi), Victor resuscita Brona Croft, della quale aveva velocizzato la morte, e la battezza “Lily” (perché a Billie Piper piace interpretare personaggi che hanno nomi di fiori #feels). La ragazza dimostra di non ricordare nulla della sua vita precedente e Victor finge di essere suo cugino, mentre invece John Clare si improvvisa suo promesso sposo. Ovviamente Frankenstein finisce con l’innamorarsi di lei, e la cosa sembra reciproca (anche se ci scappa il flirt con Dorian Gray, il quale ha iniziato a frequentare un travestito che, però, non durerà a lungo).

angelique dead

Peccato che in realtà Lily sia una vera *inserire insultone a piacere qui* e che si ricordi molto bene della sua vita passata, nonché il fatto che Victor sia il suo creatore. Improvvisandosi femminista a livelli omicidi, Lily abbandona sia Victor che John Clare, umiliando entrambi, e decide di fare coppia con Dorian Gray: entrambi sono immortali e solo Dio sa cosa hanno intenzione di fare, ora.

picture dorian gray

Dopo questo polpettone, ecco in soldoni a che punto ritroverete i personaggi principali di Penny Dreadful con la 3×01 – The Day Tennyson Died:

Vanessa Ives: distrutta per la separazione da Ethan, sola a causa della partenza di Sir Malcolm, dovrà fare i conti col fatto che ha ormai perso la fede in Dio. Questo è accaduto quando, utilizzando il Verbis Diablo, si è vendicata della morte sul rogo di Joan Clayton (sua ex insegnante e sorella di Madame Kali);

Sir Malcolm: a fine stagione decide di partire per l’Africa, in modo da seppellire il suo servitore Sembene, ucciso da Ethan/licantropo mentre cercavano Miss Ives nel covo di Mrs. Poole;

Ethan Chandler: dopo un po’ di “battibecchi” con l’ispettore di Scotland Yard, decide di costituirsi e viene rispedito in New Mexico;

Victor Frankenstein: dopo aver scoperto che Lily è in realtà una creatura diabolica e che sia lei che Dorian sono immortali, si rifugia ancora di più nell’abuso di narcotici. Nonostante abbia tentato di uccidere entrambi, Lily e Dorian decidono di risparmiarlo perché “potrebbe essere utile” (sì, insomma, la scusa è sempre quella);

John Clare: dopo essere fuggito dai proprietari del Museo delle Cere, che volevano sfruttarlo come attrazione (compresa la ragazza cieca che, in realtà, era *inserire insulto* pure lei), ed essere stato rifiutato e contemporaneamente sedotto da Lily (!), John decide di allontanarsi il più possibile dall’umanità, verso il Polo Nord;

Dorian Gray: ha ormai fatto “coppia fissa” con Lily, dopo aver ucciso Angelique perché aveva scoperto il suo ritratto segreto, nonché la sua natura demoniaca (in realtà avrebbe potuto essere semplicemente un brutto dipinto, senza la storiella del patto col diavolo, ma vabbeh: secondo Dorian siamo super-intelligenti e capiamo tutto all’istante);

Lily: direi che di ‘sta *inserire super-insultone* abbiamo già parlato a sufficienza.

Insomma: alla fine della seconda stagione, molti dei personaggi si ritrovano divisi e più soli che mai. Vedremo come la terza serie permetterà loro di ricongiungersi di nuovo.

Vain
Gattofila Serpeverde, attendo invano che Robb Stark resusciti come licantropo; Tennant ha invaso camera mia con la sua faccia; ho un'insana mania per i musical e per tutto ciò che fa rima; leggo #UnFumettoAlGiorno e scrivo per Blue Box Series e Mangaforever; intanto, vado a caccia di idee per sceneggiature e cose varie.

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi