Once Upon a Time 5×20 – Firebird

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura previsto: 3 minuti

Ammetto che settimana scorsa le mie aspettative per questa puntata si erano leggermente alzate perché finalmente avremmo visto Hook fare qualcosa, e non solo prendersi insulti aggratis da Regina.

Alla luce di quanto è successo nella puntata, posso dire tranquillamente che gli autori ormai più in basso di così possono solo scavare e che ne abbiamo abbastanza di questa saga del nonsense. Di cosa sto parlando? Beh, ve lo spiegherò per punti.

Ade

Ringrazio che non sia diventato davvero buono, ma la domanda rimane: come si può essere così scemi da credere che Ade sia cambiato improvvisamente? Ma anche se lo fosse stato, davvero i nostri Eroi si fidano così tanto da lasciare una bambina alla sua portata? Ma veramente? Dai.

Rumple e Peter Pan

Della vicenda dei due ho capito tre cose:

  • che Rumple ha ottenuto tutto ciò che voleva, dall’annullamento del contratto a un trasportino per Belle (perché era troppo difficile portarla in braccio)
  • che Peter Pan si è fatto fregare come un allocco
  • che non posso prendere sul serio una serie in cui un cinquantacinquenne chiama “Papà” un ragazzino di vent’anni.

Crudelia

L’unica che riesce a regalarmi delle gioie in questa puntata: i suoi momenti sono sempre meravigliosi.

Henry

Io ancora non ho capito come funziona la storia dell’Autore: riporta i fatti? Li inventa? Come funziona?!

Hook ed Emma

La puntata si presagiva densa di CaptainSwan feels e in effetti così è stato: siccome il cuore di Emma non può essere diviso a metà e messo nel petto di Hook dato che, come Ade ci fa notare, il corpo del bel pirata è stato separato dall’anima per troppo tempo, dopo dieci puntate scopriamo che il piano di Emma fa schifo. In un bel mischione fra mitologia greca (il mito di Orfeo ed Euridice) e mitologia egizia (la pesa del cuore), i nostri innamorati vengono mandati da Ade sotto Underbrooke dove, si dice, sia presente l’ambrosia, il cibo degli dèi che ha permesso ad Euridice di lasciare gli Inferi. Dopo la solita sviolinata dove scopriamo che quello fra Hook ed Emma è vero amore (cosa che io credevo già assodata, ma vabbè), scopriamo che l’ambrosia non esiste più e che era tutto un piano di Ade per allontanare la Salvatrice dagli altri Eroi. Morale della favola? HOOK RIMANE NEGLI INFERI ed Emma se ne deve andare senza di lui, visto che il passaggio per Storybrooke si sta chiudendo.
In pratica, abbiamo passato una stagione intera all’insegna del Salva-Hook e poi lui muore sul serio: Emma alla fine ne ha seppellito un altro.

(Qui sono tipo morta)

Ora, sorvoliamo sul fatto che potrei essere diventata un po’ tanto emotiva sul momento dell’addio, da qui in poi entreremo nel campo degli sviluppi futuri, nello specifico su cosa succederà nelle prossime puntate, in pieno stile fine quinta stagione di Game of Thrones:

  • Possibilità 1: Hook è davvero morto e io andrò dagli autori strappandomi le vesti disperata, ma allo stesso tempo congratulandomi con loro per avermi finalmente dato il coraggio di mollare la serie;
  • Possibilità 2: Hook non è morto e risorgerà nelle prossime puntate, il che renderà automaticamente questo episodio improntato sullo shock value, pieno di sofferenza inutile e gratuita. I morti che risorgono sono veramente la tomba dell’originalità, vuol dire che non si hanno più idee per coinvolgere ed emozionare gli spettatori se non quella di dare un temporaneo addio a uno dei personaggi.

Insomma, io volevo solo che la CaptainSwan avesse un happy ending e che la serie finisse, invece adesso Hook è morto (?) e ci sarà una sesta stagione. Non so quale sia la notizia peggiore, sinceramente.

A mercoledì prossimo!

Valentina
26 anni, lavoro nel marketing, ma non mordo. Credo nel potere curativo del cibo, del the caldo e delle serie tv (poi magari funzionano anche le medicine, non so). Amante di libri con finali tristi. Cerco di convertire tutti i miei amici a Doctor Who (e ci sto riuscendo).

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi