Once Upon a Time 5×17 – Her Handsome Hero

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura previsto: 3 minuti

Sono un po’ di settimane che non commento le puntate di Once Upon a Time e, inutile dirlo, questa attività mi è mancata esattamente come mi manca il lunedì mattina dopo un weekend di ponte.

Quando ho capito poi che la puntata sarebbe stata incentrata su Belle, ho realizzato che il rientro da questo fantomatico “ponte” sarebbe stato ancora più traumatico. Tuttavia, devo ammettere che mi sbagliavo: dopo i primi dieci minuti di acclimatamento, ovvero cercare di concentrarmi su quello che Belle diceva e non sulla recitazione di Emilie De Ravin (che descriverò grazie all’aiuto del nostro amico René qui sotto), ho capito che la puntata sarebbe stata assolutamente inutile a livello di trama. Ma forse sarebbe più corretto dire che la stagione 5B è inutile a livello di trama.

(So che conoscete Boris e quindi sapete che qui ci si riferisce solo alle capacità recitative, vero?)

Dicevo, forte del fatto che questa sia stata una delle puntate più dimenticabili forse dell’intera serie, mi è permesso quindi riassumerla in pochi ed essenziali punti:

1. Rumbelle

Abbiamo capito che la coppia Rumple/Belle ha probabilmente perso fascino alla fine della prima stagione, il problema è che forse non l’hanno capito gli autori, visto che continuano a propinarci lo schema di Belle che non sa assolutamente nulla del marito e si stupisce che faccia cose oscure, ignorando di proposito il fatto che se uno si chiama Dark One, sicuramente non coglie margherite dalla mattina alla sera. Ripeto, ormai lo hanno capito tutti che Rumple non cambierà mai e adesso pure lui ne ha le palle piene e sta cercando di farlo entrare nella testolina della moglie. Tuttavia il caro Rumple deve arrendersi al fatto che questi eroi sono più testardi di un mulo, quindi niente, Belle continua imperterrita sulla linea del “Non usare la magia oscura, o diventi buono o non starai più con me”. Quindi eccoci punto e a capo con questi due, se non fosse che c’è un  bimbo nel forno venduto ad Ade. Tutto regolare insomma.

Dal metodo Stanislavskij: “Appoggiare la testa su qualcuno con pathos” #1

Dal metodo Stanislavskij: “Appoggiare la testa su qualcuno con pathos” #2

2. Emma e la Charming Family (Hook dove sei? Almeno togliti la maglietta ogni tanto per riaffermare la tua presenza!)

Finalmente ci siamo ricordati che siamo bloccati in questo maledetto Underworld – caratterizzato da un insopportabile filtro Instagram Kelvin – perché i nomi di Emma, Snow e Regina sono stati scolpiti su tre lapidi da Ade. Dato che Regina ha provato ad aprire la porta dell’ascensore che porta nell’ufficio di Ade senza risultati (ma abbattere il muro con un piccone?), allora Emma decide di eseguire un incantesimo che ha visto in sogno (ormai le inventano tutte) per rimuovere i nomi dalle tombe. Prevedibilmente per noi ma non per i nostri storditissimi eroi, anche nella realtà Emma viene interrotta da un uragano che porta con sé una bestia apparentemente assetata di sangue. Questa bestia però è il Lupo – con tanto di mantello a portata di mano -, ovvero Cappuccetto Rosso, che sarà arrivata nell’Underworld in un modo assurdo e poco credibile che non vediamo l’ora di scoprire.

3. Flashback

La sintesi del flashback è che Gaston sembra buono, ma in realtà è uno stronzo. Per prenderla più alla larga, invece, ci terrei a farvi notare che a Belle importa talmente tanto di lui che fino ad oggi non si era mai chiesta nemmeno che fine avesse fatto e nonostante questo fa pure l’offesa perché “Rumple, hai ucciso il mio ex fidanzato?!?!11!”. È successo cinquant’anni fa, donna, nemmeno ti ricordavi che esistesse, un po’ tardi per prendersela.

Questo ragionamento ha tipo…incredibilmente senso.

4. Zelena e Ade

Se da un lato sono felice che Zelena abbia una storyline tutta sua, slegata finalmente dalla vendetta nei confronti della sorella, devo dire che scoprire nella puntata scorsa che Ade ha fatto tutto questo per amore (immaginatemi mentre pronuncio la parola con una smorfia e alzando gli occhi al cielo), me l’ha un po’ fatto cadere dal piedistallo di true villain della serie su cui l’avevo messo. In ogni caso, se finiranno insieme, me li vedo bene a regnare negli Inferi stile Gomez e Morticia Addams.

“Un fiore morto…how romantic is that?”

Come dicevo, una puntata di transizione, che verrà probabilmente ricordata per il sacco di primissimi piani sul faccione della De Ravin per non farci notare come in realtà sia già incinta di venti mesi e per la seconda comparsa dell’orribilissimo cappello di Regina, la cui visione sono sicura farebbe schiattare almeno una decina di stilisti sul colpo. Ma è il mondo delle fiabe, che ne vogliamo capire, noi.

regina

Valentina
26 anni, lavoro nel marketing, ma non mordo. Credo nel potere curativo del cibo, del the caldo e delle serie tv (poi magari funzionano anche le medicine, non so). Amante di libri con finali tristi. Cerco di convertire tutti i miei amici a Doctor Who (e ci sto riuscendo).

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi