Once Upon a Time 5×11 – (Captain) Swan Song

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura previsto: 5 minuti

E così siamo arrivati anche al midseason finale di Once Upon a Time che segna anche, lo ricordo in caso viviate a Fairyland, l’inizio di una pausa di tre mesi e anche un “cambio di argomento”, se così si può dire, visto che ormai la storia degli Oscuri è morta e sepolta. Stavolta proprio letteralmente.

Dato che si tratta della conclusione di un arco narrativo, questa volta mi permetto di fare qualche considerazione più generica. Partiamo da un presupposto che, mi dispiace se non siete shipper della coppia, ma ormai la Captain Swan è l’unica cosa decente rimasta in questa serie.

(Reazione di tutti gli anti Captain Swan alla mia affermazione)

Questo perché le coppie in OUAT sono il fulcro fondamentale della storia: se ci pensate, tutti gli eventi che succedono si frappongono al  lieto fine dei personaggi, che è inevitabilmente rappresentato dalla coronazione del loro sogno d’amore. Ma mentre questa non è una critica alla serie, ma è semplicemente una caratteristica intrinseca di quasi tutte fiabe, è invece un limite degli autori il non riuscire a rendere i personaggi interessanti una volta che questi raggiungono la felicità. È quello che è successo ai Charming (che, diciamocelo, non sono mai stati interessanti) e guarda caso è quello che è successo anche a Regina da quando si è messa con Robin Hood, mentre la gestione del rapporto di Rumple e Belle è talmente psicotica che non so nemmeno più se la loro si possa ancora definire una coppia. Per questo motivo dico che in Once Upon a Time c’è solo la Captain Swan: perché è l’unica ship che ancora deve realizzarsi davvero. Nel momento in cui avremo questo lieto fine (e qui divento profeta stile Merlino con la segreteria telefonica), la serie finirà perché senza l’angst dell’amore ostacolato non ci sono storie.

Tv series are not fair

Riprendendo la definizione eccellente data da Vanessa nella recensione scorsa, Hook anche in questa puntata ha continuato a fare il monello, cambiando personalità neanche avesse la sindrome premestruale. In pratica, lui ha iniziato a cedere al lato Oscuro nel momento in cui ha saputo di essere Oscuro, poi però quando è arrivata mamma Regina (o “Gina”, come ha brillantemente suggerito Zelena) a rimproverarlo dicendogli che aveva un po’ rotto le balle con sta storia e che se andava avanti così gli avrebbe tolto l’uncino e le macchinine, allora ha deciso di tornare buono. Questo perché è importante decidere “che tipo di uomo si vuole essere”…o forse semplicemente perché Regina arrabbiata fa paura.

Insomma, nel momento in cui uccide il padre, il bel piratello decide di diventare un cattivo, mentre quando si fa uccidere da Emma diventa eroe. Bella merda, direte voi. E lo dico pure io, perché dai, Emma ha dovuto ucciderlo.

Emma!

Voi continuate a parlare pure di Regina, ma è la Swan che porta a un nuovo livello il concetto di #maiunagioia. E saranno gli ormoni, sarà la stanchezza, sarà che il sogno del 99,9% delle donne è essere al posto di Emma Swan because of reasons, sarà perché in OUAT il mio metro personale si può riassumere in “torturate pure i cuccioli ma non fate del male a Hook”, ma vi giuro che nel momento in cui Emma lo trafigge volevo davvero piangere tutte le mie lacrime  (le mie colleghe di recensioni mi prenderanno per il culo a vita per questo, e me lo merito).

(Fra l’altro, ho apprezzato particolarmente la performance di Jennifer Morrison, anche se vorrei tanto chiederle per quale motivo non sbatta mai gli occhi quando parla.)

Ma passiamo al personaggio che si aggiudica il premio di personaggio peggio gestito non solo di questa stagione, ma dell’intera serie. Avete indovinato vero? Parliamo del caro Rumple.

Il suo sviluppo è stato talmente incoerente da sfiorare il livello di imbarazzo. Sono cinque stagioni che ripete sempre le stesse identiche azioni:

  1. “Me ne sto nel mio negozio a pianificare cose malefiche senza senso per motivi che reputo nobili”;
  2. “Metto in atto il mio diabolico piano coinvolgendo tutta la città”;
  3. “Il mio piano va in cagnara, Belle adesso stranamente mi odia”;
  4. “Piango un po’ e dico che cambio, che voglio essere un eroe. Belle voglio essere un marito migliore per te”

E così all’infinito.

Ecco, ditelo a gran voce con me: BASTA.
B A S T A

B
A
S
T
A

Non è più interessante, non ce ne importa più dei piani, delle redenzioni, del matrimonio perché ormai nulla di Rumple è più credibile. Autori, fate pace con i vostri cervelli e, visto che è evidente che non siete in grado di dare delle sfumature, scegliete da che parte deve stare questo personaggio: se Rumple deve essere il cattivo, che cattivo rimanga sempre. Belle la mandiamo via, anzi, per il suo bene dovrebbe davvero prendere la macchina, uscire da Storybrooke facendo il dito medio a tutti e andare a svernare per sempre in Florida accompagnata da quattro bei maschioni. Non se ne può più.

Immagine

E a proposito di Belle, sono arrivata alla conclusione che questa donna è contenta solo quando viene presa per idiota. Fra l’altro, è anche maestra nel prendere sempre la decisione sbagliata ed essendo un’allocca di proporzioni epiche, non capisce mai nulla di suo marito. Vi giuro, quando penso che lei dovrebbe essere quella intelligente mi sento male.

“Yes. YOU ARE WRONG.”

In breve, Hook è morto per eliminare l’Oscurità, ma è stato invano perché l’Oscuro è ormai Rumple. Dato che Emma, pora stella, non vuole vivere senza la sua dolce metà che – sottolineo di nuovo –  è morta per niente, decide di fare un giro nell’Oltretomba con tutta l’allegra famiglia per andarselo a riprendere. E ci vediamo a marzo, con un sacco di vecchie conoscenze, a quanto pare.

E per la rubrica “Poracciate della puntata”:

  • Emma, va bene tutto, ma non iniziare anche tu a ripetere “I will always find you” come quei rimbambiti dei tuoi genitori perché ho ancora molte speranze in te.
  • La facilità con cui i Charming mollano il figlio in fasce ogni due puntate è allarmante.
  • Quattro episodi che Robin e Zelena litigano per la bambina e ancora non le hanno dato un nome? Affidamento ai servizi sociali, ecco la soluzione.
  • Il modo in cui è stata eliminata Zelena semplicemente perché non avevano più spazio per infilarla nella storia è imbarazzante.
  • Che fine ha fatto Artù? Scommettete che quando tornano dall’Oltretomba trovano che Storybrooke is the new Camelot?
  • La profezia di Merlino che diceva di trovare Nimue: bel consiglio di merda, Merlino, a sto punto meno male che sei morto, così non puoi più fare danni.
  • Cara Belle, ti parlo da donna a donna: come ti puoi fidare di uno che piega i vestiti sulla sedia prima dell’amplesso? E’ chiaramente una creatura perversa e demoniaca.
    tumblr_nz0gvsSCHX1toea4mo1_1280

Ed eccoci arrivati alla fine! Lo hiatus si prevede parecchio lungo, ma non temete! Potrete ammazzare il tempo facendo un rewatch di OUAT dall’inizio oppure, se vi mancano davvero le fiabe, vi ricordo che nella pausa invernale esce la seconda stagione di quel gioiellino che è Galavant. Fidatevi, mi ringrazierete.

E, con la solita immagine benaugurante di Hook, vi do appuntamento al 7 marzo!

Sdraiato e disarmato, come piace a noi.

 

 

Valentina
26 anni, lavoro nel marketing, ma non mordo. Credo nel potere curativo del cibo, del the caldo e delle serie tv (poi magari funzionano anche le medicine, non so). Amante di libri con finali tristi. Cerco di convertire tutti i miei amici a Doctor Who (e ci sto riuscendo).

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi