Once Upon a Time 5×03: Siege Perilous (special guest: Artù lo Strunz)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Non giriamoci troppo attorno: ormai anche questa nuova stagione di OUAT è entrata a far parte del nostro dormi/veglia autunnale e, dopo le prime curiosità per Dark Swan, Merida (ma dov’è, ora? Boh) e Camelot & Co., possiamo riflettere con maggior razionalità (?) su quello che sta succedendo. E una cosa la so: quando ti rendi conto che la puntata verrà dedicata soprattutto all’insicurezza e al senso di inadeguatezza di Charming, sarà di sicuro un episodio da sbadiglio. E così è stato, anche se teoricamente si sta entrando nel vivo di quella che, spero, sia l’ultima stagione di OUAT: insomma, non vorrete mica scomodare altri personaggi, vero? Guardate che l’ho visto, il martello di Thor, nel negozio di Tremotino. Non fatemi provar brividi di paura. Ormai abbiamo capito che chiunque potrebbe diventare un personaggio di OUAT. C H I U N Q U E. Perfino tu, che stai leggendo innocentemente queste righe.

PANIC MOMENT

Ma andiamo con ordine.

Già che la puntata cominci con quei scassaminchia dei nani non è un buon inizio, e complimenti ad Emma per aver spaccato uno dei loro picconi: io glielo avrei spaccato in testa, ma tant’è, è una Dark One novella… imparerà. E di sicuro dovrà imparare anche a gestire meglio Hook: se pensava di farne il suo toyboy, beh, si è sbagliata. Emma’s got a dil-emma (scusate, dovevo scriverlo). E mi sto abituando fin troppo bene ai puppy eyes disperati di Hook: fatelo soffrire di più, dai! 😀

Ma come non nominare il “Piccolo Club degli Sfigatini” di Hook e Robin:



In quel momento mi sono ritrovata ad immaginare un Dawson’s Creek con loro due, e ho pianto calde lacrime di ilarità. Come se essere stato sessualmente violato dalla Wicked Witch, che ora aspetta addirittura tuo figlio, non sia poi questo gran dramma. E Hook sta semplicemente con l’essere più oscuro di Storybrooke, ma che volete che sia? I don’t want to wait! For our liiiiives to be oooooveeer…

Meglio, comunque, seguire le vicende sentimentali di questi due, che la ricerca del “funghetto magico” di ‘sti qui in basso:

Ebbene sì, in questa puntata Charming e Artù si improvvisano brothers e partono per un’importantissima quest, quella del funghetto magico… che, alla fine della fiera, serve solo a dimostrare che Artù non è poi ‘sto cavaliere senza macchia, ma almeno ha accontentato Charming e il suo bisogno di sentirsi powerful. Questo nel flashback, ma a Storybrooke succede comunque la stessa cosa: solo che oggetto della quest non è un funghetto magico, ma un fagiolo magico che non è mai esistito. Bene.

E, se da un lato scopriamo che Artù è un po’ ‘n strunz, dall’altro vediamo Emma continuare a macchinare le sue cose da Dark One e a cercare di capire come estrarre Excalibur dalla roccia. E il suo diabolico piano prevede il ritorno di Tremotino nel mondo dei vivi… Un Tremotino che abbiamo conosciuto solo nei flashback, un Tremotino senza poteri che rischia di ritornare ad essere il vigliacco di sempre.

Non so voi, ma io prevedo un sacco di Tremotino/Belle feels. Che mi mancano parecchio, tra parentesi. Così come mi manca la bellezza della prima stagione.

Ma non è finita qui: dopo la scioccante rivelazione di Artù che vuole ricostruire Camelot a Storybrooke (vi prego, fai prima ad andartene a Disneyland) e la nomina di Charming a Sir David della Foresta Incantata (WTF), le sorpresone da Ovetto Kinder non sono finite qui. Eh, no.

Lancillotto è ritornato in città e, anche se per ora a Storybrooke non s’è visto, di sicuro la sua versione sarà più veritiera di quella di Artù lo Strunz. Probabilmente Ginevra non aveva tutti i torti, alla fine.

Vain
Gattofila Serpeverde, attendo invano che Robb Stark resusciti come licantropo; Tennant ha invaso camera mia con la sua faccia; ho un'insana mania per i musical e per tutto ciò che fa rima; leggo #UnFumettoAlGiorno e scrivo per Blue Box Series e Mangaforever; intanto, vado a caccia di idee per sceneggiature e cose varie.

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi