Must crush: Tom Hiddleston

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Da quando ho saputo dell’esistenza di Thomas William “Tom” Hiddleston, nato il 9 febbraio del 1981 a Londra, ho capito che il signorino sarebbe entrato di diritto nella mia personale “lista di attori britannici che mi fanno quotidianamente dannare” e il corso degli eventi mi ha provato che non ho mai avuto più ragione di così.

Questo è uno di quei casi dove scrivere il Must crush è una tragedia, perché elencare solo cinque motivi per cui amare TOMMASO è necessario e doveroso è troppo riduttivo: dopo essermi guardata ogni video su youtube in cui lui è presente, sono arrivata alla incontrovertibile conclusione che Tom Hiddleston è una di quelle pochissime persone esistenti che non ha difetti. Bisogna venerarlo semplicemente perché lui è Tom Hiddleston.

Capirete quindi che quando una mia amica ha affermato candidamente che “Loki assomiglia a Kekko, il cantante dei Modà”, mi sono sentita punta un tantino sul vivo, e lo dico con tutta la simpatia che posso provare per il caro Kekko (anche se ha tre K nel nome).

Cercherò quindi di elencare solamente cinque ragioni che giustifichino questo Must crush, perché non posso sopportare di vivere in un mondo dove qualcuno inizia a cantare “Tappeto di fragole” quando Tom Hiddleston compare sullo schermo.

 

1. Balla come se nessuno stesse guardando e lo fa dannatamente bene.

 

2. Nel tempo libero dà consigli di vita ai suoi fan.

 

3. La voce calma e rilassante con accento inglese (devo dire altro?).

 

4. Fa parte di una specie in via di estinzione: il true gentleman.

 

5. Prende il fandom molto seriamente.

 

Must watch imperdibili:

1. Solo gli amanti sopravvivono, in cui interpreta il vampiro Adam che suona, è depresso e ama in un modo viscerale la sua compagna Eve. In una scena balla anche, ma in un modo meno scalmanato rispetto a quello che avete visto sopra.

2. Henry IV (per la serie della BBC The Hollow Crown), perché recita Shakespeare. PUNTO.

3. Thor e Thor: The Dark World, perché dà uno spessore drammatico e tragico unico al suo Loki.

Valentina

26 anni, lavoro nel marketing, ma non mordo. Credo nel potere curativo del cibo, del the caldo e delle serie tv (poi magari funzionano anche le medicine, non so). Amante di libri con finali tristi. Cerco di convertire tutti i miei amici a Doctor Who (e ci sto riuscendo).

You may also like...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi