Must crush: Lee Pace

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Gigante di 1,96 m, Lee Grinner Pace è originario dell’Oklahoma, anche se spesso viene scambiato per british. La sua esistenza, quindi, è un monito per tutte noi: l’eleganza non è solo Made in UK, insomma u.u Ma bisogna anche ammettere che le doti di mutaforma del signor Pace sono a dir poco sbalorditive: infatti questo brit… ehm, americano di classe 1979 si è fatto tranquillamente passare per un elfo della Terra di Mezzo (Lo Hobbit) e per un alieno blu (altrimenti detto “puffo”) del Marvel Universe (I Guardiani della Galassia): quindi, per quanto mi riguarda, potreste anche dirmi che è cinese… e io ci crederei.
Nell’internet non si è sicuri se sia più famoso lui o il suo paio di sopracciglia, che probabilmente il signor Pace si è procurato durante una caccia alla marmotta: le suddette devono essere utilissime contro il freddo, comunque, dato che la sua fronte è praticamente più sopracciglia che pelle. Tuttavia, questa caratteristica non schifa di certo la “fangirl media”: anzi, le due marmotte hanno vita propria e si impara a voler loro bene molto presto.
Il signor Pace ha interpretato ruoli di ogni tipo, da un tenerissimo pasticcere resuscita-morti a uno dei tanti vampiri sbarluccicosi della saga di Twilight. Che sia a teatro, sul grande o sul piccolo schermo, la già citata fangirl media non può fare a meno di sbavargli dietro, che abbia un ruolo da “faccino guanciottoso” (Pushing Daisies) o da “faccia da schiaffi” (Halt and Catch Fire): non ci facciamo problemi nemmeno quando è blu! E, se avete spazio per altre OTP, potete sempre shipparlo col collega Richard Armitage (che, nonostante nella vita reale sia anche lui un gigante, nella trilogia de Lo Hobbit interpreta il nano Thorin): esiste una vera e propria speculazione attorno a loro… di sicuro sarebbe una relazione elfo/nano migliore di quella tra Tauriel e Kili.

lee pace so cute

La creatura più adorabile di questo mondo.E un leoncino.

Ma, se siete più schizzinose di una fangirl media e non vi ho ancora convinte, ecco una lista dei “cinque buoni motivi per cui diventare concub… ehm, fedeli sudditi” di Sua Maestà Re Thranduil (altrimenti noto come Parrucca più Fashion della Terra di Mezzo) e dei suoi alter-ego:

1. I vertici sopracciglia-guanciotte-spallone formano un triangolo che va decisamente considerato ( perdonate la battuta triste). Ognuno di questi elementi vanta una qualità propria: le sopracciglia (oltre a tenere caldo d’inverno) offrono un’espressività imperdibile…

… e le guanciottine (al cui solo pensiero la fangirl media si riduce ad usare epiteti che, normalmente, direbbe ad un gattino) possono solo migliorare l’effetto…

lee pace cheek

Per l’argomento “spalle” (la base del triangolo), lascerò che siano le gif e le immagini a parlare (solo perché sono una gentildonna e non voglio farvi perdere tempo in chiacchiere):

lee pace4

(Specifichiamo: ho parlato del triangolo sopracciglia-guance-spalle, ma non vuol dire che il resto faccia schifo, eh. Halt and Catch Fire ci ha offerto delle ottime conferme).

2. Ripetiamolo anche in questo elenco: è un mago dei travestimenti… manco la Pozione Polisucco saprebbe fare di meglio.
Sì, perché dovete capire che Lee Pace è lui…

lee pace the fall

… ma anche lui…

lee pace thranduil

… lui…

lee pace ronan

… e lui/lei #zanzanzanzaaaan

lee pace calpernia

3. Tuttavia, qualsiasi cosa stia indossando, rimane comunque se stesso (e quindi parecchio stupido, nella maniera più adorabile e degna di ammirazione).

lee pace thrandy

4. E ora un motivo serio (ma veramente?): il suo rapporto con i fan.
Si dice spesso che un attore nella vita privata non sia come appare agli occhi del mondo: beh, su Lee Pace sono pronta a scommettere che è esattamente come sembra, ossia una persona spontanea e disponibile.
(Oddio, forse questo punto è veramente troppo serio!)

lee pace fans1

lee pace fans3

Ed è impossibile non citare quando, al Comic-Con di San Diego dell’anno scorso, il signor Pace ed Andy Serkis si accamparono per la notte come i comuni mortali, svegliando gente a caso alle due e mezza del mattino. Decisamente, they win.

lee pace comic con san diego

lee pace comic con

  

5. I suoi post su Twitter: dovete seguirlo per forza.

lee pace bloody twittah 1

lee pace bloody twittah 2

lee pace bloody twittah 3

Insomma: se non vi è ancora venuta voglia di scaricare compulsivamente tutta la filmografia del signor Pace, ecco tre consigli da cui partire…

1. Pushing Daisies: creata da Bryan Fuller prima di passare ai cannibali con gusti difficili, questa serie mi ha fatto conoscere Lee Pace nel migliore dei modi: il “giovane Ned” (il personaggio che interpreta) è adorabile, un po’ imbranato e, soprattutto, cucina torte. Ah, sì, e resuscita anche le persone…

2. The Fall: pellicola tragico-fiabesca del regista indiano Tarsem, questo film vi farà soffrire. E ne sarete contente.

3. Halt and Catch Fire: tuttora in corso, è una delle serie più interessanti di quest’estate e di quella precedente. Non nascondo che il signor Pace sia stato il motivo principale (l’unico?) per il quale l’ho iniziata. Comunque è ambientata negli anni ’80 e i personaggi sono dei nerdoni e dei maxi-espertoni di computer. Ah, ve l’ho già detto che c’è anche Lee Pace?

Comunque: guardatevi tutto, che è meglio.

Credo di aver terminato, ora: andate in PACE.

. . .

Avete colto la battuta, vero?
Ok, ciao.

Ma forse è meglio concludere così:

Beh, se proprio insisti…

Vain
Gattofila Serpeverde, attendo invano che Robb Stark resusciti come licantropo; Tennant ha invaso camera mia con la sua faccia; ho un'insana mania per i musical e per tutto ciò che fa rima; leggo #UnFumettoAlGiorno e scrivo per Blue Box Series e Mangaforever; intanto, vado a caccia di idee per sceneggiature e cose varie.

You may also like...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi