Must Crush: Hugh Dancy

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Hugh Dancy fa parte di quella nutrita schiera di attori che oltre a essere belli sono pure bravi. E inglesi. La nostra amata Inghilterra infatti accoglie questo nuovo futuro attore, destinato a popolare i sogni di schiere di telefilm addicted, il 19 giugno 1975. Non contento di essere figo e basta, studia Lingua e Letteratura Inglese al St. Peters’s College di Oxford. Vi state già immaginando con lui davanti a un tè a parlare di poeti inglesi? Se state facendo pensieri meno casti sappiate, comunque, che siete perdonati. In seguito, dopo una breve esperienza come barista (perché a noi non capitano mai baristi così?), lavora come modello e attore. Ricordate per caso Ella Enchanted? Sì, mi riferisco al film con Anne Hathaway. Ebbene, Hugh era proprio il principe Charmont. Ma noi telefilm addicted non siamo state conquistate da uno Hugh Dancy sbarbatello e canterino, per noi è arrivato Will Graham a sconvolgere le nostre già tormentate vite, ed è proprio grazie a lui che oggi siamo qui a dirvi le 5 ragioni per cui Hugh Dancy è necessariamente una must crush:

1. Fa pendant con le bandiere inglesi che avete in camera vostra.

Perché lo so che almeno una bandiera del Regno Unito l’avete in camera. Hugh Dancy, poi, ha pure L’Accento, non potrebbe essere più perfetto sul vostro copriletto British.

00/00/2006. Actor Hugh Dancy

00/00/2006. Actor Hugh Dancy

2. Vederlo sorridere significa sperimentare la dolcezza allo stato puro.

Concedetemi, vi prego, un’incursione nel pericoloso campo della sdolcinatezza, perché Hugh Dancy merita questo e altro. Vederlo ridere fa sentire come ci si sente in un letto king size pieno di gattini. Come il giorno di Natale, seduti per terra accanto all’albero, ascoltando Michael Bublé che canta All I Want For Christmas Is You, circondati da regali in pacchetti bellissimi. Come ad un buffet libero di soli dolci (e, sì, ci sono anche i cupcakes decorati in colori pastello e la mousse al cioccolato).

hugh dancy laugh

-HD-hugh-dancy-

hugh dancy smiles

Non provate a dirci che non avete appena vissuto un’esperienza mistica, altrimenti vi rubiamo il CD di Michael Bublé.

3. Conosce mille modi per trasportare le zucche.

Vi starete chiedendo: “E quindi?”. Lo so, avremmo potuto scegliere molto altro, come i suoi occhi verdi, i suoi capelli che sembrano chiamarvi a toccarli, il suo talento recitativo…e invece no, a noi piace vederlo portare le zucche con stile.

hugh dancy pumpkins

Stile “Uomo Forzuto”, per chi vuole mostrare la propria potenza

hugh dancy pumpkins 4

Stile “Meno Male Che Non Sono Donna”, e se siete donne aumenta la difficoltà di questo stile, rinominato “Cacchio Ho Già Le Mie Di Tette”

hugh dancy pumpkins 3

Stile “Mamma Amorevole”, per chi non sa resistere ad un tenero abbraccio di mamma

hugh dancy pumpkins 2

Stile “Disagio del Vivere”. Ti capiamo bene, Hugh, ti capiamo benissimo…

4. Ha fatto il modello, perciò quando vuole ha anche il potere dello sguardo tenebroso.

 

hugh dancy model 2

hugh dancy model

hugh dancy blue

Non sappiamo più cosa stessimo dicendo, quindi meno male che abbiamo quasi finito.

5. Interpretando Will Graham ci ha regalato alcune delle immagini più rappresentative del disagio.

Ne farò qui un brevissimo elenco, sappiate, però, che ogni volta che sperimenterete disagio ci sarà una gif di Will perfetta per l’occasione.

hugh-for-you

Ogni maledetta mattina in settimana.

hugh dancy disagio 4

Quando sono le 7 e tu sei già sul treno.

hugh dancy disagio 2

Quando ti chiedono di uscire anziché guardare serie tv.

hugh dancy disagio 3

Da usare all’occorrenza.

hugh dancy disagio

Sempre.

Se come noi siete cadute nella trappola e non potete più fare a meno di guardarlo e stalkerarlo, ecco i nostri consigli filmici e telefilmici:

1. Hannibal: capolavoro di Bryan Fuller ingiustamente e tragicamente cancellato, anche se per fortuna ha avuto comunque un finale degno con la terza e ultima stagione. In Hannibal, Hugh Dancy interpreta Will Graham, profiler per l’FBI e Re del Disagio con un ambiguo e contrastato rapporto con il serial killer Hannibal Lecter, un inquietantemente affascinante Mads Mikkelsen.

2. Hysteria: consigliatissimo, perché soltanto gli inglesi potevano fare un film sulla nascita del vibratore senza che questo risultasse volgare. Se vi diciamo Londra e Epoca Vittoriana avete già voglia di vederlo, vero? Il film è divertente e Hugh Dancy interpreta un medico ingenuo e pure un po’ lento a capire che non può che essere adorabile. La vera chicca, poi, è trovarci dentro pure Rupert Everett.

3. I love shopping: sì, vi stiamo proponendo una commediola romantica, un vero cliché. Però c’è Isla Fisher, e noi – lo avrete capito – adoriamo le rosse. E ci sono i vestiti e la malattia per lo shopping che conosciamo bene. E Hugh Dancy è Luke Brandon, quindi INNAMORATEVENE.

Nadia
I miei libri sono i padroni di casa e lo streaming mi tiene in pugno. La mattina come in The walking dead (dalla parte degli zombie), la notte iperattiva come Jessica Day. Non rifiuto mai un tè, credo ancora nella magia e porto sempre una banana ai party.

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi