Must crush: Colin Firth

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Non prendiamoci in giro: è cosa nota e universalmente riconosciuta che noi fangirl abbiamo morbose ossessioni per persone che non solo vivono a chilometri e chilometri di distanza da noi, ma che hanno almeno il doppio dei nostri anni. Tutti buona parte degli attori che stalkeriamo virtualmente potrebbe essere nostro padre: in effetti, uno stordente complesso di Elettra non ce lo toglierebbe nessuno, nemmeno Freud. Ebbene, solo una rivisitazione dell’incipit di Orgoglio e Pregiudizio (che, sul serio, va benissimo per introdurre qualsiasi cosa) poteva presentare al meglio Colin Flirt Firth, classe 1960.
Attore pluripremiato, vincitore di Oscar, BAFTA e altri riconoscimenti vari, attraverso le sue pellicole Colin Firth ci ha fatto viaggiare in ogni epoca: ha interpretato re balbettanti (ma non bamboccioni, e senza babbuini), gentiluomini snob, pittori che guardano un po’ troppo le loro servette, agenti segreti con nomi arturiani… Insomma, un curriculum di tutto rispetto che può solo far sognare le nostre menti indifese. E sì, sto cercando di scrivere una presentazione posata, perché così farebbe una gentildonna degna di Mr. Darcy: ma ora non mi dilungo troppo su di lui, anche perché è il primo dei cinque motivi che vi ricorderanno perché Mr. Flirt Firth è una crush a cui non si sfugge (perché, insomma, questo lo sapevate già… no?)

1. Lui È Mr. Darcy.

Potete dire quello che volete, ma le altre interpretazioni del più noto gentiluomo austeniano sbiadiscono di fronte a quella di Mr. Flirt (massì, tanto vale chiamarlo così): vi sfido solo a fantasticare ancora su Matthew Macfadyen dopo aver visto la mini-serie di Orgoglio e Pregiudizio del 1995 (che, sì, è della BBC: ma nemmeno la nostra odiata/amata Auntie può cambiare il lieto fine di un classico della letteratura, no?).

f71fc33be065110e9cd9967f67255a77

0f09d6cf37573c3bdef8a18ff15872d6

5141345f3ae90e6144b84f37e395dc0f

La cosa fantastica, poi, è che Mr. Flirt ha interpretato il ruolo di Darcy per ben due volte! Ebbene sì: basti pensare a Il Diario di Bridget Jones, una simili-trasposizione moderna del romanzo della Austen dove continua a chiamarsi Darcy. Insomma: chi se lo caga poi, Hugh Grant.

2. Lui e i film in costume sono praticamente pappa e ciccia (anche quando i costumi sono volutamente ridicoli)…

5258316c104b512e09e2b5bf6aed2eb6

Insomma, siamo solite rivedere così tante volte film come La Ragazza con l’Orecchino di Perla e L’Importanza di Chiamarsi Ernest, che a volte fa strano vederlo in abiti del XXI secolo.
Ops, ho per caso nominato Ernest? Allora beccatevi questo video:

3… ma non disdegna altri generi (e fa sempre la sua porca figura)

Oltre a Mamma Mia! non si può fare a meno di menzionare Kingsman – Secret Service, in cui Mr. Flirt sfoggia uno dei discorsi migliori della storia del cinema (ehi, mica esagero! Quando mai!) e tutte le sue abilità con l’ombrello… perché “Manners. Maketh. Man”.

0a745777001d0b600953aafd431067c9

4. Quando fa quello sguardo.
Mr. Flirt
usa “sguardo intenso”…

… è super efficace!

Seriamente, a volte è troppo (MA non deve comunque smettere, sia chiaro).

5. Parla un italiano fluentissimo.

Oh cielo, potrei ascoltarlo per ore (anche perché l’accento è troppo cuuuuuute).
Comunque, Mr. Flirt parla italiano perché deve parecchio al nostro bel (?) Paese: infatti sua moglie è l’italianissima Livia Giuggioli, produttrice, con la quale trascorre le giornate tra Londra e Città della Piave, in provincia di Perugia (ecco, se siete della zona potete organizzare uno stalkeraggio serrato). Appassionato di calcio, sappiamo pure per quale squadra italiana tifa: la Roma (sì beh, per me potrebbe pure tifare la squadra di Topolino e non cambierebbe granché).

E, dopo questo breve ma intenso viaggio tra i pregi e difetti di Mr. Flirt, ecco tre sue pellicole must! La scelta non è stata per niente semplice, sappiatelo, ma soddisfa ogni genere di gusto cinematografico:

1. Orgoglio e Pregiudiziomini-serie della BBC che ha contribuito a lanciare definitivamente la carriera di Mr. Flirt. Inoltre è molto, ma molto fedele al romanzo della Austen… oltre ad aggiungere un certo “momento post-moderno” in cui Darcy si fa un bagnetto nel laghetto di Pemberley;

2. Il Discorso del Refilm per cui ha vinto l’Oscar come Miglior Attore Protagonista, dove interpreta Re Giorgio VI, padre dell’odierna Regina Elisabetta, noto per la sua balbuzie;

3. Kingsman – Secret Servicesicuramente uno dei più bei film del 2015, un perfetto mix tra classe british (rappresentata, ovviamente, da Mr. Flirt) e tamarraggine da film americano. Se non lo vedrete, nella vita vi mancherà per sempre qualcosa;

Vain
Gattofila Serpeverde, attendo invano che Robb Stark resusciti come licantropo; Tennant ha invaso camera mia con la sua faccia; ho un'insana mania per i musical e per tutto ciò che fa rima; leggo #UnFumettoAlGiorno e scrivo per Blue Box Series e Mangaforever; intanto, vado a caccia di idee per sceneggiature e cose varie.

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi