Must crush: Alex Kingston

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

La prima cosa che si nota in questa donna sono per forza di cose i suoi capelli: riccioli biondi che le incorniciano il viso tanto da conferirle un’aria sbarazzina. Mai prima impressione fu più veritiera, poiché Alex Kingston è un vero e proprio concentrato di energia ed esuberanza che ti porta a volerle tanto tanto bene fin dal principio.
Classe 1963, britannicissima, la Kingston non solo porta da Dio i suoi 52 anni ma dispone anche di un  curriculum che parla da solo: dopo aver frequentato la Royal Academy of Dramatic Art (una tra le più rinomate scuole di teatro del mondo nonché una tra le più antiche del Regno Unito – mica pizza e fichi), Alex si lancia nell’attività teatrale, entrando a far parte niente meno che della Royal Shakespeare Company.
Ma è forse a partire dal 1997 che gli amanti della serialità inizieranno a ricordarsi affettuosamente di lei, quando compare nel cast di ER nel ruolo della dottoressa Elizabeth Corday.
Più di recente ha preso parte, se pur con ruoli più marginali, sia in Arrow, dove si è commesso il reato di farla comparire con capelli lisci e accento ammmerigano, sia in FlashForward, quella serie per cui mi mangio ancora un po’ le mani per essere stata cancellata dopo solo una misera stagione.
Ma diciamocelo, se siamo qui ora ad amarla tanto e ad acclamarla come must crush è per il ruolo della professoressa River wibbly-wobbly-timey-wimey Song in Doctor Who.
Sarò clamorosamente di parte, ma trovo che l’idea del personaggio di River sia eccezionale, che la storia della dottoressa Song sia bellissima e tra le più commuoventi di tutto lo spazio-tempo e che Alex Kingston interpreti questo ruolo in modo assolutamente appropriato, credibile e pertanto impeccabile.
Lei ed Eleven insieme sono una cosa di rara bellezza, sia in ogni più piccola interazione, sia in un contesto più generale come quello della storia che li vede protagonisti.
E sì, ora Alex tornerà a rivestire i panni della professoressa River Song anche con il Dodicesimo Dottore, nello speciale di Natale che a questo punto non aspettiamo altro che poter vedere.

Per ingannare questa lunga attesa, intanto ci teniamo ad offrirvi le cinque ragioni per cui Alex Kingston è per noi una Must Crush:

1. Ogni riccio è un capriccio.
I suoi capelli sono decisamente una delle prime cose che si notano in lei, tanto che sul web esistono persino tutorial per farsi i capelli “alla River Song”. In effetti non puoi fare a meno di pensare a quanti ricci abbia in testa e se tutto ciò sia effettivamente umano.

 

 

2. Con certe sue espressioni del volto è persino capace di far venire voglia di avere una pistola (o una banana) puntata contro.


E se ve lo chiede cos’altro potete fare se non obbedirle?

Alex_Kingston gun

river_song_banana

 

3. Per aver reso parole comuni come “spoilers” e banali saluti come “hello sweetie” espressioni in grado di provocare cose e causare tanti feels.

Anche perché insomma, ha quell’accento lì che è proprio la ciliegina sulla torta.

4. Perché vorreste che River flirtasse così anche con voi, vostro padre e vostra madre

river eleven Gif (1)
river eleven Gif (8)

E quando le gif non sono sufficienti ecco un ottimo video esemplificativo di quanto amo tutto questo:

 

5. Perché il Dottore non è stato il suo primo dottore.alexkingston er 1

alex kingston er 2
alex kingston er3

 

Opere consigliate:

Doctor Who l’ho già detto?

ER, dove la parola “dottore” l’ha in un certo senso predestinata a successi futuri e dove ha infuso nei cuori dei fan della serie altri momenti di shipping degni di nota.

Hope Springs, miniserie ultra-british, leggera e divertente in cui si può apprezzare una volta di più la sua esuberanza che tanto amiamo.

Elisa
Aspirante companion del Dottore. Ho venduto la mia anima alle serie tv britanniche e non mi sforzo neanche per riaverla indietro. Mi struggo per la perfezione di David Tennant, mi innamoro di attori quarantenni che non incontrerò mai, fangirlo su ogni serie tv esistente e mi lamento della vita.

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi