“Ma come ti vesti?” David Tennant edition

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura previsto: 5 minuti

Ormai ci conoscete, noi di Blue Box Series vi abbiamo abituato sempre ad articoli seri e per nulla espressione del disagio che ci caratterizza.
Gran parte di questo disagio – parlo nel mio caso, ma non solo – deriva dall’influenza che un certo scozzese ha iniziato a esercitare sulle nostre vite, rovinandole con dosi esagerate di perfezione per ogni cosa che dice/fa, un fascino che porta a struggimenti duraturi e imbarazzanti e, sì, anche con alcuni look ai limiti della decenza ma che su di lui conducono sempre e solo a innamoramenti ogni volta più forti ed inesorabili.
Come avrete intuito quindi, per una volta usciremo dalla sfera prettamente telefilmica per approfondire quel fenomeno che chiameremo DTPAVCCISSCF-SOFPSUM: David Tennant perché anche vestito con cose improponibili sei sempre così fregno? – Si okay, forse perché sei un Maledetto”. [ndr – prometto che lavorerò sodo per trovare un nome più corto e di più facile memorizzazione]

River Song una di noi.

Probabilmente nessuno di voi fino a questo punto aveva mai sentito il bisogno di un articolo del genere, ma scommetto che ora che avete iniziato a leggere questo sproloquio senza senso, anche voi capite l’urgenza che mi animava per fingermi l’Enzo Miccio della situazione, atteggiarmi a fésciòn blogger de noantri – mentre vi scrivo con capelli arruffati, pigiama e mascara del giorno prima colato attorno agli occhi a mo’ di panda – e mettermi a spulciare per il web e nella mia cartella di foto del Tennant per trovare quei look e quegli abbinamenti azzardati a cui il nostro amato scozzese ci ha abituato nel corso degli anni, rendendo le nostre vite sempre più belle.
In realtà lo sto facendo per due ragioni: avere l’ennesima scusa per fangirlare e struggermi su quest’uomo e perché, dopo che mi ha rovinato così tanto la vita, un po’ di perculate vendicative se le merita anche.

Anche perché con una faccia da schiaffi così un po’ di amorevoli insulti se li merita tutti.

Ma, bando alle ciance, so che siete impazienti per cui passiamo subito in rassegna i punti forti del guardaroba del Maledetto Scozzese.

Completi davvero ai limiti della decenza umana.
Il suo decimo Dottore ci ha praticamente fatto capire una verità pressoché universale: Tennant è l’unico uomo in tutto lo spazio-tempo in grado di indossare un gessato marrone a righe blu con disinvoltura, fascino e inarrivabilità suprema.

David_Tennant_Doctor_who_suits__65591_zoom

Vedere per credere.

Però non accontentandosi di questo dono che la natura gli ha offerto, il Davide ama forzare la mano, arrivando a sfoggiare completi che boh, onestamente non pensavo neanche potessero essere prodotti, figuriamoci acquistati e indossati.

David Tennant (242)

Quadrotti che passione pt. 1

Quadrotti che passione pt. 2

i24Mb

Vellutino senza vergogna effetto elfo aiutante di Babbo Natale.

tumblr_inline_mwl7pcKxQe1qlcta4

Vellutino senza vergogna effetto whatevah tanto sei figo comunque.

5372449821_e0354f3b1a_o

Abbinamenti improponibili random…

tennant maledetto 1

… che risfoggia in altre occasioni, sempre con cravatte discutibili.

tennant maledetto 3

Però, ehi, almeno si sforza di trovare un abbinamento (a volte).

tennant maledetto 5

Per non parlare della combo cappellino/giacca del nonno (che comunque CIAONE)/maglietta da nerd.


Calzini che ti fanno solo chiedere “Davide, ma perché.”

Qui la lista è, se possibile, ancora più lunga e introdurrei la sezione con un video in cui lo stesso Tennant spiega il problema che lo caratterizza con le calze, dimostrando che anche nel momento in cui sembra indossare calzini sobri, la realtà è ben diversa.

Ma non finisce qui:

Le immancabili righine pt. 1

48116df4a0feb204e502c1fdd3baaf95

Le immancabili righine pt. 2

David Tennant (275)

Perché abbinare calze verdi e completo blu è sempre un tocco di classe e sobrietà.

room 101

Color carne che non ho ancora smesso di star male.


Camicie e maglioncini che anche gli hawaiani si inchinerebbero per manifesta inferiorità.
Fantasie assurde, strani abbinamenti cromatici e camicie effetto “tappezzeria anni sessanta”: quando non indossa le famose felpe da hipsteraccio o quei maglioni che fanno provare cose anche solo nominandoli o le tanto amate magliette dei Beatles, Tennant se ne esce con certe perle che puoi solo volerlo abbracciare forte per la quantità di disagio che emana.

tumblr_mtr5cpqD801rnmmkmo1_500

Devo anche commentarla?!

 c6972a408e985cd30cfcfd5b43a4a0d7 a5bf93e79aedf1609ac6ce00573ccfb9

The Decoy Bride (9)

Foto tratta da Decoy Bride, ma sappiamo bene che indosserebbe quella camicia anche in real life…

tennant maledetto 2

… così come questo outfit a dir poco accecante.

tennant maledetto 4

E scommetto che pure questa camicia in realtà se l’è portata da casa.

davd

Chiudiamo qui il discorso camicie che mi sembra la cosa migliore.

 

E passiamo ai maglioni:

David Tennant (137)

Scansateve tutti.

David Tennant (277)

Giacca e maglione disagio per non farsi mancare nulla.


Capelli che “pettinarsi è sopravvalutato”.

Qui devo stare attenta a non farmi fraintendere perché possiamo scherzare su tutto ma non so una cosa basilare come gli holy capelli del Tennant.

Essi sono una specie di istituzione, uno degli elementi che lo rendono una crush potentissima e che animano i sogni più segreti di ognuna di noi. Da Doctor Who – sempre siano lodati i capelli di Ten(nant) nella terza stagione, apice della gloria terrestre e gallifreyana – quest’uomo si è aggiudicato la leadership mondiale dell’arte dell’hair ruffle e, determinato a mantenere questo meritatissimo primato, ha deciso di puntare sempre più in alto, addirittura provando ad uscire di casa senza imbattersi, neanche per sbaglio, in un pettine.

David Tennant (5)

Inizia a far pratica già da Doctor Who…

…per poi presentarsi così in diretta tv. (ndr – risultando sexy af)

davide hair

Combo hair porn e maglietta fluo per veri intenditori.

A questo punto mi rendo conto che le mie intenzioni iniziali di prendere in giro lo Scozzese siano bellamente andate tutte in frantumi, perché dovrebbe apparire anche a voi evidente come, anche con tutte queste cose improponibili sopra elencate, quest’uomo riesca a risultare adorabile e dannatamente affascinante laddove ogni altro uomo sulla faccia della terra risulterebbe solo una pover’anima senza possibilità alcuna.
Ma non abbattetevi e fate come me: date per assodato il fatto che un altro Maledetto uomo come lui non esiste, struggetevi per questa presa di coscienza, insultatelo amorevolmente e mangiate biscotti mentre piangete sulla sua perfezione, persino quando vi compare davanti agli occhi conciato così:

David Tennant (64)

 

Elisa

Aspirante companion del Dottore. Ho venduto la mia anima alle serie tv britanniche e non mi sforzo neanche per riaverla indietro. Mi struggo per la perfezione di David Tennant, mi innamoro di attori quarantenni che non incontrerò mai, fangirlo su ogni serie tv esistente e mi lamento della vita.

You may also like...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi