I’ll be there for FRIENDS, always

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura: 4 minuti

Per scrivere questo articolo, fingerò di essere un normalissimo individuo-medio che, durante gli anni ’90, ha visto e stravisto le dieci stagioni di FRIENDS (anzi, F.R.I.E.N.D.S, anche se non è l’acronimo di niente… nemmeno di Flirtare Rende Iperattivi E Non Dà Sollievo, che potrebbe essere il titolo di una canzone di Phoebe Buffay). Già, perché in realtà appartengo alla folla di ultimi arrivati che ha iniziato a guardare serie tv con un certo rigore solo dopo il 2010, cosa che è sempre causa di imbarazzo quando la gente ricorda con nostalgia show come Dawson’s Creek, Beverly Hills 90210, Relic Hunter o addirittura La Signora del West.

L’eredità di Dawson’s Creek in una sola gif.

Ma, se è meglio ricordare certe serie solo una volta ogni tanto, FRIENDS merita di essere guardato ancora oggi, a più di dieci anni dalla sua conclusione, perché sit-com come How I Met Your Mother non sarebbero mai esistite senza le (dis)avventure di Ross, Monica, Chandler, Phoebe, Joey e Rachel: e anche perché, se non conoscete Gatto Rognoso, allora non potremo mai essere amici.

Le innumerevoli gag e intrecci amorosi vari di questo gruppo di amici iniziò nel lontano (lontanissimo: sentitevi pure vecchi insieme a me) 22 settembre 1994, durante uno dei soliti incontri al Central Perk, locale iconico tanto quanto la fontana della sigla d’apertura.
E, a proposito di sigla d’apertura…

Ai tempi (ma anche ora) era già tanto se riuscivamo a capire I’ll be there for you, quasi ai livelli di ANOWANAWEI (anzi, no, forse l’incomprensibilità della sigla di Dawson’s Creek non la batte nessuno), e probabilmente questa canzone è ancora più famosa della serie tv stessa, il che è tutto dire: infatti credo che su youtube l’abbiano affibbiata a qualsiasi altro show esistente, da Doctor Who ad American Horror Story.

Btw, FRIENDS è sicuramente stata una delle prime serie ad insegnarci a shippare la gente, magari anche i Friends più improbabili (non vi dico le facce che mi facevano, quando dicevo di sperare che Chandler e Phoebe si mettessero insieme… e che Monica mi stesse un po’ sui maroni #mainagioia). E poi, ovviamente, ognuno di noi aveva e ha ancora il suo Friend preferito: da Rachel Green, la-non-più-viziata…

… a Joey Tribbiani (“Triviani” in italiano, perché in Italia la doppia b non ci piaceva -?), l’attore-più-o-meno-professionista (che, btw, ha addirittura avuto uno spin-off).

Da Ross Geller, il fanboy dei dinosauri…

… alla sorella Monica, la perfezionista che cucina bene.

Da Chandler Bing (*inserire cuori qui*), l’imbranato simpa…

… a Princess Consuela Bananahammock Phoebe Buffay, che è semplicemente Phoebe (ecco, non è difficile capire quale sia il mio Friend preferito: e, dato che noi di BlueBoxSeries siamo sempre imparziali, si becca pure più gif).

Ma, soprattutto, FRIENDS è stato il teatro di una delle coppie più tiramollose della storia della tv, prima ancora che venisse ufficialmente coniato il termine OTP: Ross e Rachel. Rachel e Ross. R&R, l’uno l’aragosta dell’altra. E sono un po’ contenta di aver potuto vedere FRIENDS tutto in una volta, perché dieci anni di ‘sti due che si-amano-ma-meglio-di-no non li avrei mai sopportati.

Dieci anni, infatti, sono veramente tanti e un riepilogo dettagliato delle dinamiche e delle gag di FRIENDS è praticamente impossibile, a meno che non si voglia scrivere una tesi di laurea: la gravidanza atipica di Phoebe, la prima volta in cui Chandler si è innamorato, il Dottor Drake Ramoray interpretato da Joey, Ross il Divorzista Olimpico, quando persino Joey si innamorò di Rachel, i flashback e i video dell’adolescenza dei protagonisti…

Insomma, ogni episodio di FRIENDS meriterebbe un post a parte, ma non posso fare a meno di sottolineare una cosa: gli animali sono stati dei companions fondamentali.

friends phoebe mum

E, dopo dieci stagioni e dieci anni, ognuno ha avuto il suo lieto fine: Rachel con Ross, Chandler con Monica (*inserire disappunto qui*), Phoebe con quel tipo coi genitori ricchi di cui non ricordo il nome (lo scienziato russo era più simpatico), Joey con… beh, Joey è sempre stato innamorato perso del cibo.

Per concludere, ecco come sfogare definitivamente tutte le vostre lacrime di nostalgia:

Vain
Gattofila Serpeverde, attendo invano che Robb Stark resusciti come licantropo; Tennant ha invaso camera mia con la sua faccia; ho un'insana mania per i musical e per tutto ciò che fa rima; leggo #UnFumettoAlGiorno e scrivo per Blue Box Series e Mangaforever; intanto, vado a caccia di idee per sceneggiature e cose varie.

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi