How To Get Away With Murder recap: a che punto eravamo con gli omicidi?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Ora più che mai, con l’inizio della seconda stagione di How To Get Away With Murder imminente, abbiamo davvero bisogno di fare il punto della situazione, sia perché forse non siamo così freschi sia perché è davvero complicatissima. Quindi, se non avete il tempo di riguardarvi il finale della prima stagione (lo capiamo, le serie tv sono moltissime e il vostro dovere di telefilm addicted vi chiama, pretende che stiate al passo) eccoci venire in vostro soccorso.

gatto con gli stivali

Il doppio episodio della season finale si apre con il fantastico duo Laurel-Wes all’azione. Ovviamente per “fantastico duo” intendiamo Laurel che dice cose intelligenti tentando di arginare la dilagante inadeguatezza del nostro puppy preferito, che, dopo aver sentito l’ex vicino di casa di Rebecca dire soltanto “wet” vedendo una foto della ragazza in questione, inizia (comprensibilmente in realtà) a delirare. Però poi con Rebecca Sutter ci fa sesso, perché anche se fosse un’assassina è comunque…be’, sapete, no? La ama. Poi metti che questa finisce in prigione e lui si ritrova senza ragazza, meglio prevenire che curare. Ah, l’amore. Lo fa per amore, giusto?

sure-gif

A questo punto, grazie ad un flashback, scopriamo che finora abbiamo sempre odiato Rebecca, ma in realtà la vera stronza zoccola …no scusate, non riesco a trovare una parola che non sia volgare, ma insomma: quella che avremmo dovuto odiare davvero era proprio Lila, la defuntissima Lila, che in soli 2 minuti di conversazione riesce a dire alla sua amica(?) Rebecca le peggio cose. Well done, Lila. Tutto questo mentre il vero sfigato vinto della storia, il vicino di casa Rudy, ascolta.

lila HTGAWM

Lila, vogliamo ricordarti così, agonizzante.

 

Tralasciando il processo del prete assassino, tra piacevoli intermezzi Coliver e dolci visioni di Nate Lahey, arriva la giusta vendetta di Rebecca che decide di farsi scoprire a letto da Lila con Griffin the jerk, ma finalemente possiamo capirla.

Però stai calma, perché per ora ti odiamo comunque

Però stai calma, perché per ora ti odiamo comunque

Ovviamente tutto degenera quando Wes dice tutto quello che hanno scoperto a Michaela e Connor, rispettivamente regina e re dello sclero. Ad un certo punto quasi proviamo pietà per Rebecca, circondata dai Fantastici4 degli omicidi, aggredita verbalmente, tormentata…se non fosse che lei li minaccia, rivelando di aver trovato il poliziotto del campus che li aveva visti uscire da casa Keating la notte in cui hanno ucciso Sam. Lo sapevamo tutti sarebbe saltato fuori, ovviamente, ma l’odio per Rebecca schizza alla stelle (il nostro e il loro), decidiamo che è davvero lei l’assassina o comunque è una stronza e tutti impazziscono. Così si arriva alla chiusura della prima parte dell’episodio.

rebecca htgawm

E ammettiamolo, abbiamo goduto un po’ tutti. Anche se abbiamo anche pensato che dietro alla porta di quel bagno ci fosse addirittura il cadavere di Rebecca. Ma proseguiamo, perché è soltanto l’inizio del delirio che ci aspetta. Inizia la seconda parte, dominata da un solo costante pensiero:

Sam might have been innocent.

I flashback vengono di nuovo in nostro soccorso (malissimo, a dire la verità), confondendoci ancora di più. Ok, forse non ci soccorrono affatto. Vediamo ora Lila dire a Sam che rivelerà tutto ad Annalise, cosa che tenta di fare, ma trova Bonnie ad accoglierla alla porta. Bonnie, che vorremmo ricordare essere innamorata di Sam e avere un rapporto complicatissimo con Annalise. Perciò, quando la studentessa le dice che “He can’t keep it secret anymore” e che deve assolutamente parlare con la Keating, Bonnie non dice nulla ad Annalise.

Torniamo al presente, a casa Keating, dove si sono riuniti tutti (o quasi: Asher no, ovviamente, Asher viene soltanto usato senza ritegno da Annalise per salvare le chiappe d’oro a Nate) e Annalise dice la battuta del secolo.

We’re not monsters. We don’t tide up people and hold them captive against their will.

Perciò faranno per lei una sorta di processo casalingo tra loro.

are you fucking kidding me

Ci stai davvero dicendo che uccidiamo gente, nascondiamo i cadaveri, facciamo accusare altre persone, difendiamo assassini, manipoliamo chiunque, ma NON RAPIAMO LA GENTE?

whatever

Subito dopo Annalise racconta ancora bugie su Nate per fornirgli una difesa, sostenendo che ci sia stato uno scontro fisico tra Nate e Sam in sua presenza la notte dell’omicidio.

E mentre Rebecca fa sempre più la stronza, indovinate chi bussa alla porta? Sempre lui. Asher. Déjà-vu? Macchina di Connor parcheggiata  fuori compresa. Che poi, Connor carissimo, la vogliamo parcheggiare altrove questa macchina o no?? Durante la distrazione generale, Rebecca riesce così ad inviare un messaggio dal cellulare di Michaela lasciato proprio davanti a lei. Per fortuna sono almeno abbastanza pronti da spostarsi tutti in cantina prima che Asher entri in casa. Ma ormai il messaggio è partito, e nessuno sa a chi sia stato inviato né cosa significa davvero.

set_htgawm_finale_eggs_911

Nel frattempo pian piano scopriamo che su quel dannato tetto della Kappa Kappa Theta ci sono stati proprio tutti i sospettati: Griffin, Sam e Rebecca, la squadra al completo. Griffin non trova Lila e se ne va. Rebecca ha effettivamente dato la droga al povero Rudy facendolo uscire di testa, ma sostiene di aver soltanto trovato Lila morta nella cisterna e che, sentendo arrivare gente e temendo che la pensassero colpevole, si sia nascosta nell’acqua con la morta. Di Sam per ora sappiamo soltanto che parla con Lila e le dice di non amare più sua moglie. Annalise decide che il loro piccolo processo si chiude con un giudizio di non colpevolezza e decide che devono lasciarla andare dopo averla convinta a non dire nulla alla polizia. BUT…SURPRISE! REBECCA IS ALREADY GONE. O così sostiene Annalise, perché Rebecca non si vede nel seminterrato.

holy shet

 

Ma gli scherzoni non sono finiti.

Un susseguirsi di scene ci mostrano Nate Lahey che chiama finalmente il misterioso numero che Annalise l’ha pregato per secoli di chiamare, mentre Annalise consola il suo puppy e il nuovo PM del caso Lahey va interrogare Asher. Laurel invece incontra Michaela in un bar, intenta ad ubriacarsi credendo sia la loro ultima notte di libertà, per *rullo di tamburi* restituirle l’anello! Sì, l’aveva tenuto lei tutto il tempo, per far sì che Michaela stesse zitta e non andasse dalla polizia per paura di venire scoperta. Altrove, Oliver svela a Connor che il suo test dell’HIV è positivo (Coliver, vi siamo vicini).

Nel frattempo altri flashback ci riportano al 29 agosto rivelandoci che Rebecca non mentiva. Per un lungo momento ci fanno credere che Sam stia per strangolare Lila, ma lui se ne va dicendo che parlerà con Annalise e lo vediamo fare una misteriosa chiamata, in cui dice a qualcuno: “I need you to do what we talked about. You owe me”. E finalmente, le mani intorno alla gola di Lila, la ragazza che abbiamo visto morire ripetutamente per quindici episodi, sono quelle di Frank.

Ovviamente, una foto delll'orribile assassino che nessuna di noi vorrebbe incontrare. Nessuna eh.

Ovviamente, una foto delll’orribile assassino che nessuna di noi vorrebbe incontrare. Nessuna eh.

“And Rebecca?” Chiede Wes ad Annalise. Oh, Rebecca. Don’t worry.

rebecca dead

Sia Annalise che Frank lo sanno, si ritrovano lì, lei pensando sia stato lui, lui pensando sia stata lei, ma entrambi dichiarandosi innocenti.

E così ci hanno lasciati, distrutti e shockati, con milioni di domande. E giusto per torturarci ancora un po’ prima dell’inizio della nuova stagione, vi lascio con qualche considerazione:

  • Siamo certi che Sam abbia chiamato davvero Frank? L’abbiamo dato per scontato, ma lo sappiamo che provano gusto nel farci credere di avere la verità in tasca quando non ci siamo nemmeno vicini.
  • Non è possibile che sia proprio Bonnie (insospettabile perché inutilissima per la maggior parte del tempo) ad aver mandato Frank da Lila? (vedi: ama Sam ed ha un rapporto complicato con il suo capo)
  • Siamo certi che Wes non sappia nulla della “sparizione” di Rebecca? Può darsi che lui l’abbia liberata e qualcuno l’abbia poi uccisa. Escludo sia lui l’assassino perché, davvero, non può essere DI NUOVO lui.
  • Cosa fa sentire Laurel tanto sicura da restituire l’anello a Michaela? Non dimentichiamo che lei stessa ha chiesto a Frank se si sarebbe occupato di Rebecca.

Queste sono solo alcune delle mie pippe mentali supposizioni, se ne avete altre le aspettiamo nei commenti, lo sapete già che non vediamo l’ora di impazzire sbrodolandoci in teorie assurde.

So, who killed Rebecca?

 

 

Nadia
I miei libri sono i padroni di casa e lo streaming mi tiene in pugno. La mattina come in The walking dead (dalla parte degli zombie), la notte iperattiva come Jessica Day. Non rifiuto mai un tè, credo ancora nella magia e porto sempre una banana ai party.

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi