Girls: quando il primo problema è Lena Dunham (sempre nuda)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura:  4 minuti

Ebbene sì, continuano le mie invettive contro la cara Lena Dunham. Ci ho provato, davvero, ci ho provato sul serio ad apprezzare Lena e il suo celebrato genio, ma proprio non ce la faccio. E se ve lo state chiedendo sì, sto seguendo anche la quinta stagione (quindi non mento quando dico che ho fatto dei sinceri sforzi per cercare anche un minuscolo motivo che mi facesse apprezzare la buona Lena).

Dopo cinque stagioni, c’è ancora una cosa che mi sfugge: perché l’internet e tutti quanti in America amano così tanto Lena Dunham? Perché continuano a decantarne le doti creative? Perché tutti sostengono che sia geniale? Badate bene, mi sto riferendo solo ed esclusivamente alla Lena Dunham di Girls (ignoro qualsiasi suo altro lavoro).

Come vi dicevo qui, la prima stagione aveva catturato la mia attenzione, con tanto di elogi e complimenti alla Lena, ma ben presto tutto è cambiato, e la mia simpatia si è trasformata in fastidio per una serie di motivi.

  • Primo tra tutti: perché cavolo Lena Dunham deve necessariamente mostrare ogni centimetro del suo corpo in ogni dannatissimo episodio? PERCHE’? Perché ha questa esigenza di stare nuda per innumerevoli minuti? E qui non c’entra niente il suo fisico, non sto facendo uno di quei discorsi beceri legati al fisico, qui mi sto lamentando perché sono stufa di dover vedere tette e chiappe di Lena Dunham in ogni episodio. Lena, te lo dico col cuore, ho capito che ti senti a tuo agio con il tuo corpo, che lo ami, ne vai fiera e ti piaci, e ne sono davvero contenta, sul serio, invidio questa tua sicurezza e autostima: però basta. Non ditemi che questa cosa infastidisce solo me, perché non è possibile e non posso e non voglio crederci.

  • Secondo punto: la poca credibilità di Hannah. Lo so, ne avevo già parlato, ma non riesco a farne a meno di chiedermi: com’è possibile che tutti figaccioni o ragazzi per bene cadano ai piedi di Hannah? Che immancabilmente trova motivi per cui mandare tutto all’aria. Vive nel suo mondo, insegna a dei ragazzini incentivandoli a lavorare sulla loro creatività senza preoccuparsi della grammatica, e ha il coraggio di alterarsi con il fidanzato (anche lui insegnante) quando questo le fa notare che il suo metodo di insegnamento non ha senso.

  • Terzo punto: le storyline. Solo io ho avuto l’impressione che in questa quinta stagione ci siano stati cliché su cliché? Jessa e Adam, prevedibile, e non necessario. E prevedibile. Temevo che prima o poi anche Girls avrebbe fatto questo scivolone. Lena, davvero non hai trovato di meglio della classica storia dell’amica e dell’ex fidanzato della protagonista che scoprono di amarsi, ma non vogliono stare insieme per non ferire la protagonista, ma alla fine se ne fregano di tutto e di tutti e coronano il loro amore? Ma veramente? Lena hai venduto l’anima alle storyline da soap opera. Senza contare che, così facendo, mi hai mandato in odio anche Jessa. Lo ammetto, mi è quasi dispiaciuto per Hannah quando Jessa le regala insulti gratuiti dettati dai suoi sensi di colpa. Ah, e dimenticavo, parlando di prevedibilità: il momento lesbo con tanto di sesso lesbo di Hannah. Non appena la maestra di yoga si è avvicinata, ho capito che sarebbe successo. Ero pronta a scommetterci. O sono perspicace io, o sei prevedibile tu, cara Lena.

  • Quarto punto: Adam. Mi spiace, ma anche per lui vale lo stesso discorso di Lena Dunham. Ci ho provato, ma davvero non riesco a reprimere il fastidio che mi provoca. L’obiettivo era creare un personaggio disagiato? Bene, non era necessario forzarlo così tanto, troppo caricato, troppo troppo. Continuo a non trovarlo credibile e continua a provocarmi fastidio, l’ho già detto?

Per concludere, dirò che l’episodio della scorsa settimana (5×06) mi è piaciuto. Mi è piaciuta Marnie e tutta la storyline, dal ritorno di Charlie alla rottura con Desi (personaggio che mi fa sempre ridere). Sarà una coincidenza che l’unico episodio universalmente apprezzato sia l’unico senza Lena Dunham e le sue tette? Sarà mai possibile che l’unica puntata veramente bella sia incentrata su Marnie (lagna per eccellenza e ricoperta di insulti per cinque stagioni)? Riflettiamoci sù.

P.S. No, non mi sono dimenticata di Shoshanna, semplicemente devo ancora capire se questa sua storyline in Giappone mi piace o meno. Voi cosa ne pensate?

Flaviarda

Vado a caccia di refusi contro cui scagliarmi. Nel tempo che mi rimane, scrivo invettive contro le serietivù che mi fanno salire il crimine.

You may also like...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi