Doctor Who e le reazioni del bloody Twittah #3

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Doctor Who non si ferma, quindi perché dovremmo farlo noi, esimendoci dal commentare?
Domande retoriche e prive di senso a parte, anche Before the Flood ce lo siamo ormai lasciato alle spalle e io mi porto già avanti – nell’ansia di vivere che mi contraddistingue – pensando che questa stagione stia volando via un po’ troppo rapidamente e sabato prossimo ci attende già il quinto episodio.
Datemi un TARDIS per rivivere continuamente i sabati con il Dottore, please.

Momenti di paranoia a parte – scusate ma andavano condivisi – come già sottolineato nel nostro articolo di commento settimanale, questa parte conclusiva del secondo doppio episodio è stata di una grandissima forza e ha scatenato ancora una volta i commenti più disparati/angosciati/divertenti/ansiati/fangirlanti/*inerite qui quello che volete*.
Insomma, ancora una volta in un singolo episodio Doctor Who è riuscito a tirare fuori ogni tipo di reazione possibile, e in fondo noi amiamo tantissimo questa serie proprio per questa semplice ragione.
Vediamo quindi, come ormai sapete bene, le lezioni che il Dottore ci ha donato questa settimana e come il mondo del Twittah ha reagito:

 

Dottore poca confidenza che qui nessuno ti ha dato il permesso. Stai buono.

 

– Che birra prendi?
– CAPALDI.  

 

Delfino curioso Doctor Who version.

 

Regalare dei fiori a Moffat chiedendosi se quell’uomo sia in grado di partorire un episodio in cui ci farà venire il timore anche di essi.

 

Quel senso di “404 NOT FOUND” che si impadronisce del cervello alla fine di ogni episodio.

 

Sì, shippiamo un uomo con la sua chitarra e onestamente non ce ne pentiamo affatto.
WE BLOODY SHIP IT.

 

Tutti in transenna, SUBITO.

 

E’ scientificamente provato che se sei whovian vuoi che il Dottore incontri i personaggi di ogni altra serie che segui.
Ve lo immaginate il Dottore che urla “SHIELD WAAAALL!”?
DATEMELO. ORA.

 

Anche perché il Dottore cambierà il corso degli eventi e il libro di inglese si autoriscriverà da solo, quindi cosa studio a fare? (?)

 

Il whovian riconosce i messaggi funesti a episodi e stagioni di distanza. Tradotto: nel prossimo episodio moriremo tutti.

 

E con questo allegro presagio vi diamo appuntamento con la prossima settimana, sempre che, appunto, se ne riesca a uscirne indenni.
#tutaarancionedeifeelsnonciavrai

Elisa
Aspirante companion del Dottore. Ho venduto la mia anima alle serie tv britanniche e non mi sforzo neanche per riaverla indietro. Mi struggo per la perfezione di David Tennant, mi innamoro di attori quarantenni che non incontrerò mai, fangirlo su ogni serie tv esistente e mi lamento della vita.

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi