Difficult People: non negarlo anche tu sei una persona difficile!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Sono stata indecisa fin dal principio se proporvi questo articolo come un semplice commento o come un must watch, perché Difficult People – comedy targata Hulu – è decisamente un Must Watch (le lettere maiuscole sono palesemente necessarie).

Ma probabilmente voi siete stati troppo impegnati a ridere sulle risate finte di The Big Bang Theory per accorgervene.

(Ok, questo era decisamente un commento da difficult person).

Billy Eichner e Julie Klausner danno vita a una delle comedy più belle degli ultimi tempi e rappresentano la coppia di BFF di NY e wanna-be-comedy-writer di cui tutti noi telefilm-addicted, orfani della vita newyorkese alla Carrie Bradshaw vorremmo fare parte.

Loro, non sono proprio due sconosciuti (o forse sì al pubblico più generalista?): non che avere Seth Meyers, Lena Dunham, Tina Fey ed Amy Poehler tra gli amici intimi aiuti (considerando che è Amy è anche produttore esecutivo della serie tv), ma sono entrambe comici con i controcazzi nella vita reale. Billy On the Street è il comedy game show creato e portato avanti dal 2011 da Billy Eichner – che si classifica a mani basse tra le cose più belle del web. Inoltre se Billy è nella cerchia di Funny or Die, Julie, invece, rimane più legata al mondo della scrittura, figurando tra gli autori dello stesso Billy On the Street e di altre comedy.

La cosa che rende il tutto ancora più bello è il fatto che la loro amicizia è reale, e ciò si respira anche nei dettagli più insignificanti.

tumblr_ntracgChfg1rzgibfo1_540

La storia è quella classica, che funziona sempre, ma che ha quella marcia in più grazie soltanto agli attori che danno vita ai personaggi.
Lui Billy Epstein, lavora in un cafè tipicamente newyorkese e il suo più grande sogno è quello di sfondare come attore di Broadway. Un classico.
Lei, Julie Kessler, felicemente fidanzata con Arthur – che sembra gay, ma che in realtà lavora alla PBS ed è solo quindi terribilmente uno sfigato – cerca in ogni modo di scrivere la storia che la farà sfondare.
Praticamente sono due trentenni falliti, egoisti ed egocentrici, con un altissima considerazione di sé, aspiranti comici, ossessionati dallo showbiz e dalla ricerca della fama, ma in realtà – un po’ come tutti noi – sono disposti ad accettare qualunque lavoro nel mondo dello spettacolo. Passano le loro giornate tra lo stalking virtuale delle celebrità – cosa che nel binge-watching vi farà sentire terribilmente come loro.
Mentre le persone che li circondano vivono le loro vite con estrema serenità e spensieratezza, loro fanno fatica a trovare il loro posto nel mondo e un equilibrio tra carriera e relazioni sociali, diventando ogni giorno sempre più delusi e amareggiati.

tumblr_nu2omfkGCb1uat7dro1_540tumblr_nu2omfkGCb1uat7dro2_540tumblr_nu2omfkGCb1uat7dro3_540tumblr_nu2omfkGCb1uat7dro4_540tumblr_nu2omfkGCb1uat7dro5_540

I due personaggi sono costruiti volutamente in questo modo – un po’ alla Greg House – giusto per farsi odiare. Sono le Difficult People che manderesti a cagare dopo 2 minuti, ma che sono esattamente come te.

I know, and I’m sitting here, checking Twitter for faves and retweets and just keep pressing and “Who faved me? Who faved me? Oh, Andy Richter faved me. Oh, this is the best day ever.” Like I’m fucking pressing for some pain medication in a hospital. And I’m looking for reassurance, that I should have probably gotten from my mother, from internet commenters who say, “Great recap, Julie!” and, “Boy, that sure was good,” even though deep down I know that… I’ll never be enough.

Possiamo dire che sta proprio qui la forza di questa serie tv: Difficult People riesce a fare satira del modo di vivere lo star-system e lo showbiz da parte di chi ne vuole fare parte. Tra citazioni cinematografiche e televisive, Julie e Billy strappano più di una risata e ti fanno venire voglia di uscire con loro, odiare il mondo insieme e fare il live twit di qualsiasi cosa con loro. 

tumblr_nslei6Newe1qfx9mto3_r1_540tumblr_nslei6Newe1qfx9mto1_r1_540tumblr_nslei6Newe1qfx9mto2_r1_540

In 8 episodi arrivi a volergli benee riesci ad ad invidiarli, non solo per il fatto che vivono a NY e che ti mostrano squarci di città in cui necessariamente vorresti passare alcune delle tue serate in cui non maratoni niente (vedi la Cutting Room), ma per il fatto che sono una coppia indissolubile, si vogliono bene, ci sono sempre uno per l’altro e condividono lo stesso sogno. E non sono una OTP.

tumblr_nsxz6mBo9I1qzr0lro1_540tumblr_nsxz6mBo9I1qzr0lro2_540tumblr_nsxz6mBo9I1qzr0lro3_540tumblr_nsxz6mBo9I1qzr0lro4_540

La serie è stata ideata e scritta dalla stessa protagonista Julie Klausner, ed è già stata rinnovata per una seconda stagione. Probabilemnte sono una persona orribile come loro nell’affermare di voler essere loro amica, ma penso che questa sia una serie che necessariamente ogni telefilm e twitter addicted che si rispetti deve necessariamente guardare, anche solo per coglierne la non troppo sottile ironia che si fa.

 So, I was just telling Gabby how you and Billy might be on your phones all night, tweeting the Oscars so she shouldn’t get offended.

O per capire come la gente ci vede dal di fuori. Fate voi.

 

 

Irrimediabilmente nerd. Nasco Binge-Watcher e muoio Browncoat. Credo nell'esistenza del Bigfoot e in tutto ciò che trasuda trash. HEY STELLLLLAAAA!

Potrebbero interessarti anche...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi