C’è un Chip Baskets in ognuno di noi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

Tempo di lettura previsto: 3 minuti

Era il lontano 2003 quando ero in fissa con Tru Calling e un uomo barbuto e disagiato interpretava Davis, facendo del tutto passare inossevato ai miei occhi un Matt Bomer qualunque. Era il lontano 2003 quando nasceva la mia prevedibile crush per Zack Galifianakis ed è bastato aspettare solo qualche anno più tardi affinché tutti lo adorassero nel ruolo di Alan Garner nella trilogia di “Una Notte da Leoni” (2009-2013).

È il 2016 e sebbene Zack Galifianakis sia da sempre un mostro sacro della comedy made in USA, fa il salto di qualità.

tumblr_o0xv2pw2LJ1v45ehto8_400

Chip Baskets, giovane americano pieno di sogni e di speranze, si reca a Parigi per frequentare l’università di clown più prestigiosa del mondo, senza sapere una sola parola di francese. Però, a causa dei suoi problemi finanziari e delle insormontabili barriere linguistiche si vede costretto a tornare nella sua città natale Bakersfield – California, con una francese decisamente antipatica (Penelope) che decide di sposarlo solo per ottenere la Green Card. Chip ha un’idea di pagliaccio “romantica”, da trucco bianco e la lacrima sotto l’occhio – tanto che il suo nome d’arte vuole essere Renoir – ma a Bakersfieled l’unica versione concepita è quella del buffone colorato con il naso rosso costretto a lavorare in un rodeo e sottopagato. Nella sua città natale quindi si vede costretto ad affrontare il suo passato, la sua famiglia e il mondo attuale per sopravvivere.

tumblr_o1q8qi7Sab1tcvucio1_540

Questa è la sinossi generale dei 10 episodi della prima stagione di Baskets (FX) firmata da Louis C.K.Zach GalifianakisJonathan Krisel – e già rinnovata per una stagione numero 2 – che vi faranno stare seduti davanti allo schermo con un’aria malinconica. Sì, perché il protagonista è un eroe complesso: è egoista, sfacciato, testardo, non sa riconoscere le cose buone che lo circondano, ma nonostante tutto continua a credere nel suo un sogno. E questo lo rende incredibilmente umano e – oltre a spingerci a tifare no-matter-what per lui – è il motore dell’intera serie. Chip vive nel costante #maiunagioia, ma non demorde e non si ferma. Strappa agli altri quello che può per avere per un vantaggio personale, conservando avidamente ogni piccola vittoria.

tumblr_o1fgjmzM391t508pio1_500

Ma la serie tv non si ferma qui. Chip è circondato da personaggi a metà tra l’assolutamente surreale e il realmente plausibile che caratterizzano la storia come una dramedy dei tempi moderni: non si riesce a ridere del clown né con il clown. Il protagonista, infatti, è costretto a tornare a vivere con la madre, Christine (interpretata da Louis Anderson) che lo considera un incapace e incastrato nei suoi sogni da bambino, e a cui preferisce gli altri fratelli.

tumblr_o2pcciz1Nx1tcvucio1_540

Sì, Chip ha altri 3 fratelli: due gemelli adottati, perfetti in qualsiasi cosa facciano e il fratello gemello Dale (Chip & Dale è il nome originale di Cip e Ciopndr) – interpretato dallo stesso Galifianakis – dalla vita realizzata, in quanto preside, insegnante e bidello in un’università per imparare a fare qualsiasi cosa nella vita. Poi c’è il vecchio che decide di assumerlo nel rodeo, ovvero un anziano caratterizzato dalla sua sdentatura e dai suoi modi bizzarri di vivere.

tumblr_o41vwkD6S91tcvucio1_500

L’unica amica che si ritrova è Martha (interpretata da una bravissima Martha Kelly) una timida assicuratrice dalla vita piatta, che si offre di portarlo in giro, ed è caratterizzata da un’inespressività che in breve tempo ve la faranno amare. Non sto qui a dirvi che la ship è palese, ma sì LA SHIP é PALESE.

tumblr_o23u02JPuF1tcvucio1_400

Quando non veste i panni di Renoir, Chip sa pienamente che la sua vita fa schifo e vorrebbe migliorarla, ma appena può, sbaglia irrimediabilmente nelle scelte da prendere rimanendo nella condizione in cui si trova. Non riesce a progredire, e fondamentalmente non vuole progredire, perché a posteriori comprende che le scelte che ha preso sono sbagliate. Ma il suo desiderio di emanciparsi e dimostrare sia a se stesso che agli altri di poter riuscire da solo e fare quello che realmente vuole fare nella vita non muore mai.

Proprio ed esattamente come ognuno di noi.

tumblr_o4ehyopwtE1tcvucio1_400

 

Irrimediabilmente nerd. Nasco Binge-Watcher e muoio Browncoat. Credo nell’esistenza del Bigfoot e in tutto ciò che trasuda trash. HEY STELLLLLAAAA!

You may also like...

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su accetta, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi